OPERAZIONE “ESTATE SICURA”. CONTROLLI A RAFFICA DEI CARABINIERI DELLA COMPAGNIA DI GIULIANOVA NELLE PRINCIPALI LOCALITA’ BALNEARI. SANZIONI A LOCALI PUBBLICI E SEQUESTRI DI DROGA.

15 Agosto 2021 18:460 commentiViews: 10

 

Carabinieri Foto Archivio

Nell’ambito del protocollo “Estate sicura” promossa dal Comando Provinciale Carabinieri di Teramo, i militari della Compagnia di Giulianova, in collaborazione coi colleghi del NAS di Pescara e del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Teramo, nella nottata di ferragosto hanno messo in atto un servizio straordinario di controllo del territorio ad ampio spettro, che ha interessato, in particolare, i Comuni di Giulianova, Roseto degli Abruzzi, Pineto e Silvi Marina. L’imponente dispositivo attuato dai Carabinieri è stato realizzato con l’impiego di dodici equipaggi composti, complessivamente, da ventiquattro militari, che hanno effettuato numerosi interventi, soprattutto per liti animate, prevenendo così, di fatto, l’insorgere di vere e proprie risse, in particolare presso un ristorante di Silvi Marina, dove il titolare dell’esercizio pubblico è stato affrontato da alcuni clienti che non intendevano rispettare le normative anti Covid, nonché nelle vicinanze di un noto stabilimento balneare di Roseto degli Abruzzi e presso un bar di Silvi Marina, dove circa trenta giovani, molti dei quali ubriachi, hanno iniziato a litigare animatamente alle due di notte. In tutti i casi è bastato il tempestivo intervento dei militari per disperdere i facinorosi e così scongiurare il peggio. A Giulianova, inoltre, i Carabinieri hanno soccorso una signora ottantacinquenne che vagava da sola per la strada. Dai successivi accertamenti svolti è risultato che l’anziana, purtroppo affetta da Alzheimer, nella nottata si era allontanata da casa senza che i familiari, a cui è stata poi riaffidata, se ne accorgessero. Militari in borghese hanno poi sorvegliato i luoghi più frequentati da spacciatori e tossicodipendenti, in particolare a Roseto e Pineto, dove un minorenne è stato trovato in possesso di quasi un etto di marijuana suddiviso in dosi ed è stato, pertanto, denunciato alla Procura della Repubblica presso il tribunale dei minorenni dell’Aquila per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. A Roseto, invece, due sono stati i giovani fermati e trovati in possesso, complessivamente, di otto dosi di erba: entrambi verranno segnalati alla Prefettura di Teramo per i provvedimenti di competenza. Per quanto riguarda la circolazione stradale, sono stati fermati ottantatre veicoli e controllate centoventiquattro persone. In tale contesto i Carabinieri hanno elevato dieci sanzioni per infrazioni al codice della strada per un importo complessivo di 2.634 euro. In particolare, un quarantaduenne albanese è stato fermato mentre conduceva un’auto di grossa cilindrata senza aver mai conseguito la patente di guida: oltre alla denuncia dell’uomo all’autorità giudiziaria, il veicolo è stato sequestrato ai fini della confisca. Un giuliese di sessantadue anni è stato invece denunciato alla Procura della Repubblica di Teramo per guida in stato di ebbrezza poiché sorpreso, a Giulianova alta, alla guida della propria auto in evidente alterazione psico – fisica conseguente all’abuso di sostanze alcoliche, con il conseguente ritiro della patente di guida ed il sequestro del veicolo. Stessa sorte è toccata ad una donna di Castellalto, trovata dai Carabinieri anche lei alla guida di un’auto dopo aver assunto stupefacenti. Durante la perquisizione, infatti, i militari dell’Arma hanno rinvenuto e sequestrato due grammi di eroina che aveva occultati nel veicolo. Sul fronte del controllo degli esercizi pubblici, invece, sono stati controllati tre bar, un ristorante ed otto stabilimenti balneari, due dei quali sono stati trovati non in regola in materia sanitaria, in particolare per quanto riguarda il protocollo per il contenimento della pandemia da Covid – 19 (assembramenti e lavoratori non sottoposti ai relativi controlli sanitari), nonché sulla normativa del lavoro, elevando così sanzioni per complessivi 8.550 euro. In un caso il titolare dell’esercizio pubblico è stato denunciato alla competente Autorità Giudiziaria per aver assunto in nero un lavoratore. I controlli della Compagnia Carabinieri di Giulianova proseguiranno massivamente anche nei prossimi giorni e con la collaborazione dei militari del N.A.S. di Pescara e del N.I.L. di Teramo, che tuteleranno non solo cittadini e turisti, ma anche gli stessi lavoratori, finanche nelle giornate festive.

 

print
Condividi:

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.<br/>Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi