“Io non rischio”: campagna nazionale per le buone pratiche di protezione civile Sabato 12 e domenica 13 ottobre i volontari di Giulianova incontreranno i cittadini in Piazza Fosse Ardeatine

9 Ottobre 2019 23:150 commentiViews: 2

“Io non rischio”: campagna nazionale per le buone pratiche di protezione
civile

Sabato 12 e domenica 13 ottobre i volontari di Giulianova incontreranno i
cittadini in Piazza Fosse Ardeatine

Il volontariato di protezione civile, le istituzioni e il mondo della
ricerca scientifica si impegnano insieme per comunicare sui rischi
naturali che interessano il nostro Paese. Il 12 e il 13 ottobre volontari
e volontarie di protezione civile allestiranno punti informativi “Io non
rischio” nelle principali piazze italiane, per diffondere la cultura della
prevenzione e sensibilizzare i propri concittadini sul rischio sismico,
sul rischio alluvione e sul maremoto.

I volontari della Protezione Civile di Giulianonova, sabato 12 e domenica
13 ottobre, incontreranno i cittadini in Piazza Fosse Ardeatine, per
diffondere le buone pratiche di protezione civile in caso di alluvione.

“Da sempre sostengo i volontari per il loro instancabile operato in città –
dichiara il Sindaco Jwan Costantini – non solo come semplice cittadino ma
anche in qualità di volontario e di massima autorità della Protezione
Civile a livello comunale. Ho voluto, infatti, dare il mio contributo
sostenendo la campagna “Io non rischio” come testimonial, insieme ad altri
personaggi giuliesi nell’ambito dello sport e della cultura”.

Scenderanno in piazza, insieme ai volontari giuliesi, esponenti
dell’Amministrazione Comunale, per spiegare ai cittadini le linee guida
del Piano d’Emergenza Comunale.

“Io non rischio” – campagna nata nel 2011 per sensibilizzare la popolazione
sul rischio sismico – è promossa dal Dipartimento della Protezione Civile
con Anpas-Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze, Ingv-Istituto
Nazionale di Geofisica e Vulcanologia e Reluis-Rete dei Laboratori
Universitari di Ingegneria Sismica. L’inserimento del rischio maremoto e
del rischio alluvione ha visto il coinvolgimento di Ispra-Istituto
superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, Ogs-Istituto
Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale, AiPo-Agenzia
Interregionale per il fiume Po, Arpa Emilia-Romagna, Autorità di Bacino
del fiume Arno, CamiLab-Università della Calabria, Fondazione Cima e
Irpi-Istituto di ricerca per la Protezione idro-geologica.

La Protezione Civile di Giulianova sta diffondendo materiale informativo
sull’iniziativa, attraverso i suoi canali: sul web tramite il sito
bachecaprotezionecivilegiulianova.blogspot.com, sulla pagina Facebook
Protezione Civile.Giulianova e su Twitter @gvpcgiulianova.

Sul sito ufficiale della campagna, www.iononrischio.it, è possibile
consultare i materiali informativi su cosa sapere e cosa fare prima,
durante e dopo un terremoto, un maremoto o un’alluvione.

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi