Giulianova. Il 21 aprile Convegno in Sala “Buozzi” su “Giulianova e la Polizia nella Grande guerra” con la commemorazione della guardia di città Francesco Paolo Rossi.

17 aprile 2018 23:060 commentiViews: 17

In occasione dei cento anni dalla conclusione della Prima guerra mondiale
(1918-2018), l’Amministrazione comunale e la delegazione provinciale
dell’Istituto Nazionale per la Guardia d’Onore alle reali tombe
del Pantheon, la più antica associazione combattentistica e d’arma
italiana ed Ente morale posto sotto la vigilanza del Ministero della
Difesa, hanno organizzato per sabato 21 aprile, nella Sala “Buozzi” con
inizio alle ore 10.30, il convegno “Giulianova e la Polizia nella Grande
guerra”.

Guardie di Città

Moderati da Walter De Berardinis, giornalista e commissario provinciale
dell’Istituto per la Guardia d’Onore al Pantheon che illustrerà la
figura di Francesco Paolo Rossi, facendo seguito ai saluti istituzionali
del sindaco Francesco Mastromauro, della direttrice dell’Archivio di
Stato di Teramo Carmela Di Giovannantonio, del presidente del Comitato
Festeggiamenti Madonna dello Splendore Luigi Martinelli e del Questore
della provincia di Teramo Enrico De Simone, prenderanno la parola gli
storici Sandro Galantini (“Giulianova nella Grande guerra”) e Giulio
Quintavalli (“La Polizia dall’Italia liberale alla Grande guerra”)
nonché Gabriele Barcaroli, direttore dello Studio Investigativo Gamma
Investigazioni che relazionerà su “L’investigazione nell’era
moderna”.
Il convegno, inserito nel cartellone eventi per i festeggiamenti alla
Madonna dello Splendore, verrà anticipato alle ore 10 dal raduno sul
Belvedere delle autorità civili e militari con le associazioni
combattentistiche e d’arma che quindi muoveranno in corteo lungo Corso
Garibaldi, accompagnati dalla Fanfara dei Bersaglieri “Scattini” di
Bergamo, per raggiungere la Sala Buozzi dove si procederà alla cerimonia
di scoprimento della targa, destinata ad essere collocata all’ingresso
principale del Cimitero, in ricordo di Francesco Paolo Rossi.
Nato a Giulianova il 20 febbraio 1879 ed arruolatosi nel Corpo delle
Guardie di Città, oggi Polizia di Stato, Francesco Paoli Rossi nel 1912
venne insignito di un encomio solenne per l’attività di servizio
svolta a Verona dove era stato assegnato sin dal 1907. Proprio nella città
scaligera, durante la Prima guerra mondiale realtà particolarmente
impegnativa per l’attività d’istituto del Corpo delle Guardie di
Città essendo un importante centro logistico a causa del panificio
militare della Santa Marta, dell’ospedale militare, del vecchio
arsenale austriaco e di due stazioni ferroviarie da cui potevano partire i
convogli di truppe e vettovagliamenti verso il fronte orientale, il
poliziotto giuliese si sarebbe spento il 18 ottobre 1918 a causa della
mortale pandemia influenzale nota come “spagnola”.
La manifestazione, alla quale parteciperà una classe del locale Liceo
Scientifico “M. Curie”, gode anche del patrocinio delle città di Verona e
Campobasso, quest’ultima località d’origine della famiglia di
Francesco Paolo Rossi.

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi