DSA: AL VIA LA IV EDIZIONE DELLA CAMPAGNA DI INDIVIDUAZIONE PRECOCE NELLE SCUOLE DELL’INFANZIA DELLA PROVINCIA DI TERAMO

10 Dicembre 2016 17:250 commentiViews: 31

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Le recenti indagini epidemiologiche stimano che in Italia ci siano circa 350.000 bambini, adolescenti ed adulti con Disturbo Specifico dell’Apprendimento (DSA), “disturbi che coinvolgono uno specifico dominio di abilità lasciando intatto il funzionamento intellettivo generale” (Consensus Conference dell’Istituto Superiore di Sanità, 2011).

 

Da sempre, la Psicologia e la Neuropsicologia si sono occupate di studiare i processi di apprendimento: le evidenze scientifiche hanno permesso di modificare le convinzioni precedenti sui processi cognitivi implicati nell’apprendimento portandoci a considerare il ruolo delle interazioni tra caratteristiche neurobiologiche, genetiche e ambientali. Recentemente, l’interesse per i disturbi dell’apprendimento risulta maggiore in seguito alla promulgazione della Legge 170 del 2010Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico” con la quale si perseguono finalità quali garantire il diritto all’istruzione, ridurre i disagi relazionali ed emozionali, preparare gli Insegnanti e sensibilizzare i genitori, favorire la diagnosi precoce ed i percorsi didattico-riabilitativi, incrementare la comunicazione e la collaborazione tra famiglia, Scuola e Servizi Sanitari attraverso la creazione di macroequipe di lavoro formate da famiglie, clinici e Insegnanti. Si riconosce pertanto alle Scuole di ogni ordine e grado, comprese le Scuole dell’Infanzia, il ruolo di attivare interventi tempestivi idonei ad individuare i casi sospetti di DSA degli studenti non costituendo, comunque, diagnosi di DSA.

Nella provincia di Teramo, la presenza sempre più evidente di bambini DSA ha focalizzato l’attenzione del Consorzio Futura (Socio del Consorzio San Stef. Ar. Abruzzo unitamente al Consorzio Solidarietà Con.Sol. di Chieti ed alla Cooperativa Sociale Help Donna de L’Aquila) sull’esigenza socio-assistenziale territoriale volta alla prevenzione e riduzione del disagio giovanile: il nostro convinto impegno è volto alla realizzazione, anche per l’anno scolastico in corso, del Progetto Specialistico ‘Screening DSA 2017’ finalizzato all’individuazione precoce di alunni DSA già all’interno delle Scuole dell’Infanzia” – dichiara l’Amministratore Unico del Consorzio Futura, Leo Di Nicola.

Nel perseguire gli obiettivi del Progetto “Screening DSA 2017”, ci si avvarrà del contributo della Fondazione Cassa di Risparmio della Provincia di Teramo, dei Professionisti del Consorzio San Stef. Ar. Abruzzo (referente del Progetto) e degli Istituti Comprensivi della Provincia di Teramo.

Da Gennaio, per il quarto anno consecutivo, saremo nelle Classi del III anno della Scuola dell’Infanzia per lo svolgimento di prove collettive che, seppur presentate in forma ludica per i bimbi, saranno volte a rilevare in maniera standardizzata il livello raggiunto da ciascun alunno nei pre-requisiti agli apprendimenti scolastici” – afferma Matteo Corsano, Psicologo “San Stef. Ar. Abruzzo” e Responsabile Scientifico del Progetto – “Inoltre, da Marzo e durante specifici orari di ricevimento, saranno fornite indicazioni specialistiche ai genitori ed agli Insegnanti al fine di impostare eventuali interventi terapeutico-didattici condivisi a vantaggio della qualità dell’insegnamento, dell’intervento nell’ambito del potenziamento e del miglior passaggio alla Scuola Primaria”.

 

Ad oggi, già 11 sono gli Istituti Comprensivi che hanno espresso l’adesione al Progetto: Alba Adriatica, Atri, Campli, Cellino Attanasio, Giulianova Lido, Giulianova Paese, Isola del Gran Sasso, Silvi, Teramo San Nicolò, Teramo Savini, Teramo Zippilli. “Ulteriori adesioni saranno accolte in occasione del Convegno di Presentazione del Progetto che si svolgerà giovedì 15 Dicembre dalle ore 15:30 presso l’Aula Convegni del Presidio Ospedaliero “G. Mazzini” di Teramo ed il cui ingresso libero è rivolto a genitori, Insegnanti, Dirigenti Scolastici e Specialisti del Territorio” spiega Tiziana Tanzi del “San Stef. Ar. Abruzzo”.

 

Il Convegno si svolgerà con il Patrocinio dell’ASL di Teramo, dell’Ordine degli Psicologi della Regione Abruzzo, della SPAN – Società degli Psicologi dell’Area Neuropsicologica con sede a Milano e del Consorzio Universitario Humanitas con sede a Roma.

 

I lavori saranno aperti dai saluti istituzionali dell’Assessore alla Sanità Silvio Paolucci, del Direttore Generale della ASL di Teramo Roberto Fagnano, del Presidente della Provincia di Teramo Renzo Di Sabatino, del Sindaco del Comune di Teramo Maurizio Brucchi, dell’Assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Teramo Francesca Lucantoni, del Presidente della Fondazione Tercas Enrica Salvatore, del Presidente dell’Ordine Psicologi Abruzzo Tancredi Di Iullo.

 

I relatori saranno Simonetta Gentile (Responsabile dell’Unità di Psicologia Clinica dell’Ospedale “Bambino Gesù” di Roma), Maria A. Geraci (Responsabile del Servizio di Valutazione e Riabilitazione del Centro Clinico “Humanitas” di Roma), Tatiana D’Ambrogio (Neuropsichiatra Infantile “San Stef. Ar. Abruzzo” e Direttore Sanitario de “Il Cireneo”), Matteo Corsano (Psicologo “San Stef. Ar. Abruzzo”, Responsabile Scientifico del Progetto e Membro del Direttivo SPAN), Valeria Fiocchetti (Logopedista “San Stef. Ar. Abruzzo”).

 

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.<br/>Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi