<>

17 Maggio 2014 10:070 commentiViews: 15

San Nicolò a Tordino, 16 maggio 2014


Tanti gli spunti di riflessione emersi durante il convegno “La famiglia al centro delle istituzioni” che si è svolto ieri pomeriggio nella sala Eltron della frazione

<<A San Nicolò mancano luoghi di incontro per le famiglie, c’è carenza di tradizione>>: è stata forse questa la riflessione più significativa per la frazione teramana. A pronunciarla la dirigente dell’Istituto comprensivo statale di Teramo4, Clara Moschella, che ieri pomeriggio ha partecipato al convegno “La famiglia al centro delle istituzioni”. La preside è intervenuta con una relazione sul tema “Scuola e famiglia: la sfida dell’alleanza educativa” e ha sottolineato come le offerte formative di ogni istituto debbano essere tarate sui bisogni del territorio.
L’iniziativa, tenutasi nella sala Eltron di San Nicolò  Tordino, è stata promossa dall’associazione “San Nicolò per crescere”, in occasione della Giornata internazionale della Famiglia che si celebra il 15 maggio, ed è stata organizzata con il patrocinio dell’Istituto comprensivo statale e il sostegno di associazione Città futura e Banca dell’Adriatico. Il tema della famiglia nella Costituzione ha aperto il convegno,  moderato da Angela Vella, presidente dell’associazione “San Nicolò per crescere”. Il dottore di ricerca in Diritto costituzionale Gianguido D’Alberto ha proposto un excursus nella Costituzione repubblicana attraverso gli articoli che affrontano il tema della famiglia, partendo dall’articolo 29, fino a toccare quelli che riconoscono il diritto all’istruzione e i diritti sociali. A seguire gli interventi della preside Moschella che ha sottolineato come il mandato educativo debba essere condiviso non solo dalla scuola e dalla famiglia ma anche dalle istituzioni, e quello della psicologa, Gloria Di Rocco, che ha affrontato il tema “In Famiglia: prendere riempie le mani, dare riempie il cuore!”, proponendo in sala alcuni esercizi pratici sulla relazione coinvolgendo i presenti. All’assessore alla Pubblica istruzione del Comune di Teramo, Piero Romanelli, è toccato il compito di tirare le fila dell’incontro. <<La politica dovrebbe essere meno schiava degli schieramenti e lavorare insieme per le priorità>>, ha spiegato.
L’incontro si è chiuso quindi con l’annuncio della presidente Vella:<<Questo è stato solo il primo di una serie di eventi, torneremo sul territorio con nuove iniziative, perché riteniamo fondamentale costruire rapporti nella nostra frazione>>. Per informazioni: dottoressa Angela Vella 320.5609232

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi