Teramo. Mario De Bonis, la poesia a Maria SS Assunta: ‘a mamma ‘e tutt’e mmamme

12 Maggio 2020 21:450 commentiViews: 14

Il poeta Mario De Bonis

Pubblichiamo la poesia del poeta  Mario De Bonis, Napoletano di origine e abruzzese di adozione, dedicata alla Madonna SS Assunta.

Queste le sue parole alla nostra redazione:

“Caro direttore, Premesso che a Milano c’è tanta brava gente che soffre dignitosamente e tace, c’è purtroppo poi chi per esorcizzare i timori del “maledetto virus”, che continua a colpire indifferentemente “milanesi e meridionali a Milano”, beve, si ubriaca e sconnette! La nostra preghiera:”Signore,perdona loro perché non sanno il male che fanno,”maldicendo e malscrivendo!!”. Un pensiero affettuoso alle persone colpite dal terribile malanno del Covid-19″

con stima Mario De Bonis

————————–

Madonna, è o vero o nò ca Tu si ‘a mamma ‘e tutt’e mmamme

‘e chistu munno?

E c’arruvuoglie cu nu mant’e bbene a casa ‘e tutt’o popolo

d’a terra? Pecchè p’a mamma nun c’è differenza: ‘e figlie

sonch tutte tal’e quale; ‘e ttene dint’o core tutte quante, pure

si chiù e na vota a fanno stà  male!

‘A quanno ero guagliune, aggio ‘mparato a te purtà rispetto e

devuzione, a te veni’ a prega’ tutt’e ddumeniche, a farme,

almeno a Pasca, ‘a comunione.

Però nun te cunsidero cchiù Mamma: è nu pensiero, nun è na

Jastemma! Permiette ‘e fa sprecà miliarde, mentre ce stà po’

chi se more ‘e famme! Perduon a chi fa chiagner ‘e criature,

prutieggie chi ce sfrutta e campa buono, dai carta e penna

pure all’ignorante, ca po’ s’a piglia pure cu tutt’e Sant.

Ma chesto è contro a’ legge di natura; o popolo perd’a fede:

te ne adduone? Ma si ti siente Mamma, o veramente, e si ci

tiene scritt dint’ o core, fa asci’ pure pe noie nu poc’e sole,

stienne na mano a chi è malato, abbandunato o diffamato!

E po’, pe’ l’ultimo viaggio, o finàle, aiutaci a preparà i

documenti: col tuo viso sul passaporto pe’ noi s’arraperann

d’o Paravis tutt’e port. O Mamma ‘e tutt ’e mmamme,

piensacu tu! ‘A palla d’o munno, a furiae girà, s’e’

tropp’arrutulata! Facimmela addiventa’ nu poco, chiù

quadrata!

Ncopp’ a stu munno disastrato e scuro, pe’ noi a speranza e a

luce si sulamente Tu!


Il poeta Mario De Bonis

CHI E’ MARIO DE BONIS?

Napoletano di origine e abruzzese di adozione, con studi di giurisprudenza all’Università di Napoli, studi in discipline bancarie all’Università di Roma e studi europei alla Luiss di Roma, è stato ai vertici del sistema bancario nazionale.

Tra gli incarichi ricoperti, a livello nazionale e di nomina governativa, spiccano quelli di consigliere di amministrazione dell’Artigiancassa e di sindaco effettivo dell’Istituto dell’Enciclopedia Italiana Treccani, sotto la presidenza del premio Nobel Rita Levi Montalcini.

Mario, amico di Eduardo De Filippo, ha potuto coronare un sogno coltivato per lungo tempo: rendere giustizia all’Eduardo poeta, generalmente messo in ombra dalla grandezza dell’Eduardo commediografo, attore, regista, maestro indiscusso d’arte teatrale.
Il lungo studio delle oltre duecento poesie scritte da Eduardo De Filippo, conosciuto personalmente in ambito privato e familiare.

Proprio De Bonis ha avuto il privilegio di conoscere Eduardo De Filippo intorno agli anni Sessanta e di appassionarsi allo studio dei suoi capolavori, in particolare alle sue poesie.

La sua passione per De Filippo lo ha portato nel 2013 alla stesura di un libro dal significativo titolo “Eduardo visto da vicino” in cui ha sigillato il grande affetto per l’amico, la stima per l’uomo e l’apprezzamento per l’artista.
Il sogno di Mario de Bonis  è stato altresì realizzato nei numerosi recital delle poesie di Eduardo, dei quali Mario è appassionato, accattivante e divertente protagonista.

print

Tags:

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi