Giulianova. Giusy Branella: l’Amministrazione comunale deve provvedere all’igiene urbana e a dare il buon esempio.

6 Dicembre 2015 18:130 commentiViews: 32

Buongiorno

con la presente vorrei segnalare l’abbondante presenza di deiezioni canine lungo il Viale Orsini nord di Giulianova, dalla Ragnatela fino al centro degli anziani, ormai da mesi e mesi. Più volte segnalate, da più di un anno, all’assessore Ruffini, la via continua ad essere sporca dei suddetti escrementi. Stavolta la segnalazione in merito a questa problematica è esposta dalla sottoscritta, proprietaria di cani, e rappresentante di quella fetta di popolazione che, volente o nolente, costituisce circa il 50% dei cittadini. Persone che posseggono un cane, lo tengono pulito e provvedono, diligentemente, al mantenimento dell’igiene pubblica, ma di cui nessuno parla mai! Spesso, troppo spesso, chi porta a spasso un cane viene additato come “sporcaccione”, un pò a causa di chi incivilmente non provvede a pulire, ma molte volte, troppe volte, grazie ai comunicati stampa rilasciati continuamente con toni aspri e dittatoriali.  A dimostrazione invece, che stavolta, responsabile di questo stato di degrado è il Comune, allego le foto che evidenziano la presenza datataWP_20151206_12_52_51_Pro di detti escrementi, mai rimossi dagli addetti alla pulizia della città, coperti di muffa e in stato di alterazione organica. Qualche anno fà l’ex assessore Forcellese propose “l’ideona” del test del DNA , operazione che sarebbe , oltre che onerosa, del tutto inutile. Una banca dati del DNA infatti, non potrebbe mai includere i cani liberi o randagi del territorio, e forse i maggiori responsabili. Sarebbe il caso invece più opportuno di eseguire il test del Carbonio 14, usato per stabilire l’epoca dei reperti archeologici, così da verificare da quanto tempo il Comune non provvede a rimuovere le feci. Termino la mia segnalazione con l’auspicio che si provveda al più presto a ripulire il territorio con un’efficace opera di lavoro, e infine pongo la domanda all’Assessore che ultimamente con orgoglio sventola le centinaia di multe fatte ai cittadini: ” In questa città sono censiti almeno sei mila cani, ognuno ha almeno un paio di persone a prendersene cura, se la “tolleranza zero” di cui Fabio Ruffini va tanto fiero, la applicassero al suo operato, cosa ne sarebbe della sua Delega?”
Ricordando che prima di tutto è l’Amministrazione che dovrebbe provvedere all’igiene urbana e a dare il buon esempio, porgo cordiali saluti e auguro una buona domenica a tutti.
Dott.ssa Giusy Branella
print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi