Grande apertura per (Con)fusioni 2015

9 settembre 2015 18:420 commentiViews: 7

 

I locali del Diocleziano e il Foyer del Teatro Fenaroli ospiteranno i 150 creativi partecipanti fino al 16 settembre.

Tanti gli appuntamenti nel prossimo weekend.

Luca Di Francescantonio: “È bello ritrovare l’atmosfera di curiosità, meraviglia o semplicemente interesse nei confronti di tematiche creative

 

Lanciano (Ch), 9 settembre 2015 – Bilancio positivo per i primi giorni di (Con)fusioni. L’inusuale mostra sull’incompiuto ha aperto al pubblico lo scorso 7 settembre e sta accogliendo numerosi visitatori che si recano presso i Locali del Diocleziano e il Foyer del Teatro Fenaroli per ammirare le opere d’arte dei centocinquanta espositori.

 

“La settima edizione di (Con)Fusioni ha inaugurato lunedì sera con pubblico caloroso e attento – ha commentato l’ideatore Luca Di Francescantonio la qualità portata avanti dalla selezione dei curatori ha dato i suoi frutti, alimentando la curiosità del pubblico sulle opere artistiche che seguono un format particolare come quello dell’incompiuto”.

Esprime soddisfazione anche Silvia Moretta, critico d’arte nonché coordinatrice della sezione pittura e referente di tutti i coordinatori della settima edizione della kermesse artistica. “Ho avuto modo – dice –  di collaborare con dei professionisti di alto spessore e sensibilità: Angelo Bucci per la sezione design, Angela Troilo per la  scultura e installazione, Roberta Pavone per la sezione gioiello contemporaneo e Michela Piccoli per la fotografia. Il risultato è una mostra ben curata, attraversata da equilibri estetici e nutrita della presenza di numerose opere, realizzate da giovani talenti e da artisti già affermati”.

“Nel foyer del teatro, e nel contesto storico del Diocleziano, simbolo dell’antica storia della città di Lanciano – aggiunge Silvia Moretta – (Con)fusioni cresce, ma resta intatto nella sua identità, per la tematica ( il non finito, il confuso, lo sfumato) che ispira le opere, fotografiche e non, per un’aria scanzonata capace di attirare anche i non addetti all’arte, di avvicinare il pubblico più vasto”.

Intanto si attendono i prossimi appuntamenti di venerdì 10 settembre alle 19 con il seminario gratuito di “Fotografia e Sperimentazione” a cura di Emanuela Amadio e a seguire il coinvolgente live, alle 22.30, del cantautore abruzzese Gae Campana. Sabato si partirà con la performance a sorpresa presso la vetrina “Officina di d’Autilio” per proseguire con il reading letterario, la presentazione dl libro di Luisa Gasbarri “101 perché sulla storia dell’Abruzzo che non puoi non sapere” e chiudere con la proiezione di corti.

Il weekend dedicato all’arte si chiuderà domenica con la presentazione del libro di Adina Pugliese “L’arte è utile. Comunque bella”. E a seguire danza e musica con gli artisti Gae Campana, Gianni De Chellis, Le Maschere di Gesso e Francesco Verì.

Ma (Con)fusioni continua e gli orari di apertura della mostra presso il Diocleziano e il Foyer del teatro sono dal lunedì al giovedì dalle 18 alle 21,  venerdì dalle 18 alle 24, sabato e domenica dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 24. L’arte “confusa” sarà di scena a Lanciano fino al 16 settembre prossimo perché, come sostiene il graphic designer Di Francescantonio: “È bello ritrovare l’atmosfera di curiosità, meraviglia o semplicemente interesse nei confronti di tematiche creative e suggestive. (Con)Fusioni credo sia prima questo: un luogo di incontro di menti”.

 

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi