Opere post-alluvione. A Valle Castellana iniziano i lavori di consolidamento del versante e di sistemazione della strada franata

23 Settembre 2014 23:200 commentiViews: 8

Intervento della Provincia e della Regione: complessivamente circa 1 milione e 400 mila euro

 

 

Iniziano i lavori di consolidamento della provinciale 49, la strada che assicura a Valle Castellana il  collegamento verso Teramo e verso Ascoli Piceno, strada gravemente danneggiata sia dall’alluvione del 2011 che dalle precipitazioni intese del novembre 2013.  

 

Sulla 49, infatti, si sono verificati numerosi smottamenti di monte e “strappi di valle”. Subito dopo gli episodi alluvionali la Provincia ha realizzato degli interventi in somma urgenza  e, laddove si è reso necessario, ha istituito il senso unico alternato. Con i fondi stanziati dopo il riconoscimento dello stato di calamità naturali oggi si puo’ intervenire sul consolidamento dei versanti e sulla sistemazione della strada.

 

I primi lavori a partire sono quelli disposti dalla Regione Abruzzo, struttura commissariale alluvione 2013, in prossimità del confine con Ascoli. E’ prevista una spesa di 600 mila euro.

 

Per consentire l’esecuzione dei lavori  la 49 sarà chiusa al traffico a partire da mercoledì 24 settembre, e fino a data da destinarsi, dal chilometro 21 + 200 fino al chilometro 22.

 

E’ in gara d’appalto e sarà aggiudicato nei prossimi giorni anche il progetto della Provincia che interviene  in corrispondenza del km.che 18+800 circa e 22+000.  I fondi, anche per questi lavori, ammontano a 600 mila euro  sono quelli dell’alluvione ma del 2011.

 

In ambedue i casi, i progetti, prevedono sia la ricostruzione della sede stradale in corrispondenza dei tratti che hanno subito gravi dissesti per via degli smottamenti a valle,  sia il consolidamento del versante

 

 

Inoltre nel Piano opere dell’alluvione 2011 sono previsti altri due interventi: uno di 100 mila euro sulla 49/D di Morrice e l’altro alla chilometrica 14 + 350 di 130 mila euro: i progetti prevedono il consolidamento e la sistemazione e l’allargamento del piano stradale e andranno in gara entro dieci giorni.

 

 

“E’ uno dei casi più gravi di dissesto idrogeologico di versante – spiega l’assessore Massimo Vagnoni – una situazione degenerata con i due episodi alluvionali che tanto disagio ha creato alle popolazioni residenti che per lunghi giorni rimaste pressochè isolate. Con gli interventi in somma urgenza la Provincia ha consentito la riapertura al traffico a senso unico alternato e con i progetti che andremo a realizzare in sinergia con la Regione potremo ripristinare le opere danneggiate e mettere in sicurezza il versante”.

 

Teramo 23 settembre 2014


print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.<br/>Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi