Giulianova. Luigi Ragni – Presidente Commissione Sanità – Consigliere Comunale Giulianova;

14 Agosto 2014 12:400 commentiViews: 18

 

“Non saremo di sicuro come il Cavallo fatto Senatore dall’Imperatore Caligola, che voleva dimostrare a tutti i suoi  Senatori come nulla contassero nelle decisioni del Senato romano”.

La Presidenza della Commissione Speciale Sanità, è a ragion veduta un ruolo molto delicato ed impegnativo, né siamo consapevoli. Un ruolo che sappiamo bene, ha bisogno di tanto, tanto lavoro, perché come è ormai noto da tempo, il Distretto Sanitario di Base di Giulianova, che ricomprende un area territoriale molto vasta, ( Giulianova, Roseto, Mosciano, Bellante, Morro d’Oro), con una portata di quasi 70 mila Abitanti, quindi quasi ¼ dell’intera provincia di Teramo, considerando poi il periodo estivo, dove solo la Città di Giulianova conta migliaia di presenze tra turisti e visitatori, con  le annesse presenze delle località balneari limitrofe quindi un bacino di utenza molto elevato direi quasi smisurato;  per tale ragione, nel ringraziare il Sindaco di Giulianova,  per gli auguri di buon lavoro, e per le prime indicazioni che accogliamo con favore, sulle modalità e luoghi di iniziativa, nonché per l’ospitalità nei confronti dei vertici Regionali, nonostante la lista civica che porta il suo nome sia stata l’unica a non accordare al sottoscritto la fiducia per tale incarico, a fronte della fiducia accordataci da tutte le altre liste di maggioranza e soprattutto di opposizione presenti nella Commissione Speciale Sanità, e che ringraziamo di cuore, il nostro lavoro ed il nostro impegno partirà da temi e presupposti diversi,  e che riteniamo molto più consoni alla salvaguardia del nostro Nosocomio, da troppo tempo bistrattato ed abbandonato a sé stesso;  basta ricordare i continui declassamenti e chiusure di reparti che ha subito negli ultimi anni: partendo da – Ortopedia, Traumatologia – Sert – Fisiopatologia della Nutrizione – Allergologia  e soprattutto del Polo Materno Infantile; ( sarebbe un sogno far sì che i Giuliesi tornino a nascere a Giulianova); non abbiamo certo la presunzione di dire che saremo in grado di riportare all’eccellenza il nostro Nosocomio, ma siamo certi che metteremo in campo tutto il nostro impegno e la volontà per manifestare il disappunto della cittadinanza sulle mancanze della sanità, e dare proposte costruttive per far sì che si pongano le basi per ritornare a considerare l’Ospedale di Giulianova un crocevia fondamentale del nostro territorio, che ha una valenza strategica unica nel suo genere, ma ha altresì una valenza radicata nel territorio e nel cuore dei Giuliesi, e per questo faremo quanto nelle nostre corde affinchè le istituzioni Regionali e Nazionali abbiano rispetto e molta considerazione per Giulianova e per il suo Ospedale. Stiamo abbozzando un crono programma, che porteremo all’attenzione della commissione subito dopo ferragosto, per valutare lo stato di fatto del distretto sanitario di Base di Giulianova, e dove chiederemo il parere della commissione tutta alla individuazione di referenti territoriali dei comuni interessati, e successivamente chiederemo ai referenti verticistici Regionali ed Aziendali della ASL  di poter incontrare mano mano tutti i responsabili dei vari settori Generali,Amministrativi, Sanitari,  di Controllo, Sindacali, ecc, proprio perché è dal territorio, dall’impatto sociale che l’assistenza sanitaria ha sui cittadini e dai problemi riscontati dagli operatori e dagli utenti che vogliamo partire mettendo la voglia di cambiare e cercando di portare il Nosocomio di Giulianova ai livelli che merita, cosa che la politica fin’ora non è riuscita in nessun modo a fare.

Luigi Ragni – Presidente Commissione Sanità

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.<br/>Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi