Giulianova. Arriva la TARI: deciso dalla Giunta il pagamento in tre rate.

25 Luglio 2014 17:360 commentiViews: 196

 L’assessore Verdecchia: “Lo abbiamo deciso per dare più respiro ai contribuenti e per evitare l’ingolfamento con gli altri tributi dovuti”.

 

Arriva anche a Giulianova la TARI, cioè la tassa istituita dalla legge n. 147 del 27 dicembre 2013 destinata a finanziare integralmente i costi del servizio di raccolta e smaltimento rifiuti a carico dell’utilizzatore.

Assessore al Bilancio Katia Verdecchia, (C) Ph. Walter De Berardinis

Il presupposto della TARI è il possesso o la detenzione, a qualsiasi titolo, di locali o di aree scoperte, a qualsiasi uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti urbani. Sono escluse dalla TARI le aree scoperte pertinenziali o accessorie a locali tassabili, non operative, e le aree comuni condominiali di cui all’articolo 1117 del codice civile che non siano detenute o occupate in via esclusiva.

La Giunta ha deciso si suddividere il pagamento della TARI in tre rate: due di acconto, ognuna pari al 35%, e l’ultima di saldo. La prima rata dovrà essere pagata il 15 settembre prossimo, la seconda il 17 novembre e l’ultima il 31 gennaio 2015.

Abbiamo deciso di differire al 31 gennaio del prossimo anno il saldo della TARI. E ciò – dichiara l’assessore al Bilancio Katia Verdecchiasia per dare respiro ai contribuenti, attraverso appunto la divisione in tre rate, e sia per evitare l’ingolfamento con gli altri tributi dovuti. Va infatti ricordato che la prima rata della TASI, la Tassa sui Servizi Indivisibili che sostituisce l’IMU sulla prima casa, scadrà il 16 ottobre, mentre il pagamento della seconda rata è fissato per il 16 dicembre, in coincidenza con il pagamento dell’IMU sulle seconde case.  Rimangono ancora da definire, ma lo faremo di qui a breve portandole all’attenzione del Consiglio comunale – continua l’assessore Verdecchia – le tariffe da applicare. E’ appena il caso di ricordare che avevamo confermato per l’anno scorso l’applicazione della TARSU proprio per evitare aumenti consistenti delle tariffe”.

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi