Teramo. Deontologia e processo civile telematico al centro della seduta itinerante del Consiglio Nazionale Forense, a Teramo il 30 aprile di ogni anno

29 aprile 2014 21:430 commentiViews: 9

 

La deontologia e le nuove regole del processo civile telematico, che si pone l’obiettivo di informatizzare lo scambio di atti e comunicazioni tra gli avvocati e gli uffici giudiziari, sono al centro del convegno che si terrà mercoledì 30 aprile, a Teramo, nell’Aula Magna della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università, a partire dalle ore 16. Il convegno, presentato nel corso della conferenza stampa svoltasi questa mattina, è promosso dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Teramo in collaborazione con la Fondazione italiana per l’innovazione forense e il Consiglio Nazionale Forense che, in quell’occasione, terrà una seduta itinerante, la prima dopo la decisione di istituzionalizzare e far diventare un appuntamento fisso, nel giorno che precede la festa dei lavoratori, la tappa abruzzese.  

Il Consiglio Nazionale Forense, come noto, ha infatti stabilito che a partire da quest’anno svolgerà una seduta itinerante a Teramo il 30 aprile di ogni anno. Una decisione che segue il successo ottenuto in occasione dei convegni che l’Ordine degli Avvocati di Teramo, in collaborazione con il CNF,  ha organizzato negli ultimi due anni, a Teramo, nella stessa data.

Alla seduta di domani parteciperà, data la straordinarietà dell’evento, anche il COFA, il Consiglio degli Ordini Forensi d’Abruzzo. Sarà inoltre presente il presidente della Cassa Forense, Nunzio Luciano. 

 

In apertura dei lavori, oltre al presidente del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Teramo Guerino Ambrosini, interverranno Lucio Del Paggio, consigliere tesoriere del Consiglio Nazionale Forense; Luciano D’Amico, rettore dell’Università degli studi di Teramo; Floriana Cursi, preside della Facoltà di Giurisprudenza.

L’introduzione sarà a cura di Piero Guido Alpa, docente e presidente del Consiglio Nazionale Forense. Seguiranno, su specifici temi, le relazioni di Stefano Borsacchi, consigliere nazionale forense e coordinatore della commissione deontologica del Cnf (“Il nuovo codice deontologico forense”); Andrea Pontecorvo, componente del gruppo di lavoro della Fondazione per l’innovazione e l’informatica forense del Cnf (“Il processo civile telematico obbligatorio: aspetti deontologici, normativi e pratici”); Alessio Pellegrino della commissione informatica del Cnf (“Deontologia e utilizzo dei social network da parte degli avvocati”); Maurizio Reale della commissione informatica del Cnf (“30 giugno 2014: l’esclusività del deposito telematico degli atti processuali”).

 “Un appuntamento importante – dichiara il presidente dell’Ordine degli avvocati di Teramo, Guerino Ambrosini – che, oltre ad assegnare crediti per la formazione obbligatoria degli avvocati, consentirà alla platea di ascoltare i massimi esperti nazionali di una materia, la deontologia, che per la sua delicatezza richiede una preparazione molto accurata da parte di chi vuol fare del diritto la propria professione. Colgo naturalmente l’occasione per ribadire la nostra soddisfazione in seguito alla decisione da parte del Cnf di rendere fissa la tappa abruzzese. Una opportunità unica, che intendiamo sfruttare al meglio per offrire agli avvocati teramani occasioni e strumenti per una formazione d’eccellenza”.

(In allegato alcune immagini della conferenza stampa)

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi