Cultura & Società, Ricordi di guerra

CONGRESSO DELLA SEZIONE A.N.P.I. MONTORIO AL VOMANO “DONATO DI GIAMMARCO E GIUSEPPE VALENTINI”

Domenica 7 novembre 2021 si è svolto, con convivialità, partecipazione ed entusiasmo, il Congresso della Sezione A.N.P.I. MONTORIO AL VOMANO “DONATO DI GIAMMARCO E GIUSEPPE VALENTINI” presso il Motel Tittina.

 

Il Congresso ha discusso il Documento per il XVII Congresso nazionale A.N.P.I. (24-27 febbraio 2022) «Per una nuova fase della lotta democratica e antifascista»; eletto i delegati che parteciperanno al prossimo Congresso provinciale A.N.P.I.; illustrato le iniziative portate avanti dal Comitato uscente relative al quinquennio 2016/2021, alle quali sono state riconosciute la qualità culturale e la capacità aggregante; rinnovata la collaborazione con le scuole locali, come definito dal Protocollo d’intesa MIUR e Segreteria Nazionale A.N.P.I. nel 2019; presentato il bilancio in attivo; si è resa la disponibilità collaborativa con l’Amministrazione locale, gli enti e le associazioni territoriali e provinciali; definito i futuri ambiti di iniziativa e di intervento della sezione territoriale nel Comune di Montorio al Vomano ed eletto e rinnovato i componenti del Comitato di sezione.

 

Il nuovo Comitato di sezione è composto da:

Alfonsi Anna Lida, Bonaduce Davide, De Dominicis Audrey, Di Centa Emilia, Di Giamberardino Elia, Di Luigi Roberto, Di Michelangelo Enza, Evangelista Sabrina, Mazza Sabatino, Partenza Gabriella.

 

Il Direttivo degli eletti ha nominato le seguenti cariche. Confermata la Presidenza a Sabrina Evangelista e la Segreteria a Enza Di Michelangelo. Rinnovata la Vice Presidenza con due nomine, Emilia Di Centa e Gabriella Partenza. La tesoreria affidata a Audrey De Dominicis. Nel ruolo di probiviri Roberto Di Luigi e Davide Bonaduce. Nominati Consiglieri Anna Lida Alfonsi, Elia Di Giamberardino e Sabatino Mazza.

 

Il nuovo Comitato di sezione, eletto con entusiasmo dall’Assemblea Congressuale, rappresenta sia la continuità operativa, con la conferma della Presidenza e della Segreteria; che il rinnovamento, con la nomina come Vice Presidente della giovanissima diciannovenne Emilia Di Centa, con delega alle Pratiche giovanili e utilizzo degli strumenti multimediali per la diffusione dei valori e della storia della lotta partigiana; nonché il perdurare della fattiva collaborazione con l’Istituto Comprensivo Montorio-Crognaleto, con la nomina dell’altra Vice Presidente nella persona della professoressa Gabriella Partenza, responsabile per l’Educazione civica, alla quale è stata conferita la delega alla Scuola, per mezzo della quale continueremo a portare la Costituzione nella scuola e porteremo a compimento altre iniziative culturali, volte a far conoscere la storia del nostro paese e del mondo alle nuove generazioni, con particolare attenzione alla storia delle lotte antifasciste in Italia.

 

Confermato il Coordinamento donne, che contribuisce ad arricchire la già importante presenza femminile all’interno del Comitato di sezione, che assegna proprio alle donne i ruoli portanti.

Ringraziamo di cuore i nostri e le nostre iscritte per la copiosa e inattesa partecipazione. In particolare, siamo lieti che il nostro invito sia stato raccolto, in primis, dall’Amministrazione Comunale di Montorio al Vomano, nella persona di Mariella Calisti, che ha portato il saluto del Sindaco e del Consiglio; dalle tante realtà associative, sindacali e partitiche presenti sul territorio provinciale; dalla Dirigenza dell’I. C. Montorio-Crognaleto e dalla nostra Parrocchia, nella figura di Don Paolo Di Domenico, che ci è sempre vicino, con spirito cristiano e di amicizia. Un grazie speciale ai proprietari del Motel Tittina per averci ricevuto con affetto e ospitato gratuitamente, segno della stima e della fiducia nella nostra associazione.

 

Il popolo antifascista montoriese ha risposto al nostro appello e di questo ne siamo commossi/e ed entusiasti/e, poiché rappresenta uno stimolo significativo ad andare avanti nelle nostre proposte culturali, per portare avanti il valore apartitico della memoria e della Costituzione, come costruttori di pace e coesione.

 

Una sana, costruttiva e collaborativa coesione sociale che, a partire dalle istanze libertarie e democratiche proprie dell’antifascismo, contribuisca significativamente a demistificare il crescente e preoccupante utilizzo alterato e improprio del vocabolario civile, al quale si assiste da mesi su tutto il territorio nazionale. É un dovere civico di tutti/e i/le cittadini/e rigettare l’attuale e ricorrente deformazione del linguaggio, che attribuisce alle parole Resistenza, Libertà, Diritto, Dignità, Democrazia, Costituzione dei significati impropri e offensivi per la portata etica e morale della quale invece sono investite.

 

Occorre, quindi, vigilare con attenzione alle strumentalizzazioni opportunistiche e autolesioniste che non tengono conto di quali siano le reali necessità, in un momento di particolare difficoltà sia sanitaria che sociale,  per una sana, matura e sicura convivenza civile. Ma che, al contrario, pretendono, senza soffermarsi al dialogo e alla comprensione delle sfide difficili e complesse della contemporaneità globalizzata, santificando e vittimizzando atteggiamenti altresì egoistici e di debole consistenza morale e concettuale.

 

 

residente A.N.P.I. Sezione Montorio al Vomano “Donato Di Giammarco e Giuseppe Valentini”

Dott.ssa Sabrina Evangelista

 

print
Condividi:

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.