Giulianova, In rilievo

Giulianova. Intervento di pulizia straordinaria su Salita Monte Grappa e Palazzo Massei. Il sindaco: “Una piaga per la nostra città che, dovuta a pochi ma irriducibili incivili, viene fatta pagare a tutti”.

“Stupidità, maleducazione e inciviltà a volte procedono da soli ma più
spesso vanno a braccetto. E quando lo fanno abbiamo i rifiuti abbandonati

https://www.facebook.com/walter.de.berardinis/posts/10208516324540098
e le siringhe per strada. Una piaga per la nostra città che, dovuta a
pochi ma irriducibili incivili, viene fatta pagare a tutti”.

operatori Giulianova Patrimonio impegnati nell'area di Palazzo Massei Palazzo Massei dopo la rimozione dei rifiuti Palazzo Massei prima della rimozione dei rifiuti 2 scalette Salita Montegrappa dopo intervento Zona Salita Montegrappa dopo intervento
Queste le parole del sindaco Francesco Mastromauro in relazione ai casi di
siringhe abbandonate in alcuni luoghi della città e ai persistenti
abbandoni di rifiuti per i quali ha chiesto, contattando direttamente
nelle prime ore della mattina di oggi, 24 giugno, l’amministratore di
Eco.Te.Di. Luca Ranalli, un intervento sollecito e straordinario di
pulizia, soprattutto nei pressi di Palazzo Massei e lungo la scaletta
Monte Grappa oltre che in altre aree urbane.
“Dobbiamo, come sempre, rimediare a chi mostra enorme indifferenza nei
confronti delle basilari regole della convivenza. Palazzo Massei –
prosegue il sindaco – è sicuramente uno dei luoghi critici, continuando a
far registrare episodi di inciviltà. Gli operatori hanno rinvenuto,
intervenendo nell’opera di pulizia, lavandini, tavoli, pezzi di legno.
Di tutto, insomma, Nonostante esista l’apposito servizio gratuito di
prelievo dei rifiuti ingombranti. E non bastano controlli e sopralluoghi,
come quello effettuato da ultimo ieri notte da parte delle G.a.dit., o le
multe, che pure sono state e continuano a infliggersi. Per le siringhe
vale lo stesso discorso. Stamattina è stata effettuata la pulizia
minuziosa di Salita Monte Grappa, dove, voglio ricordarlo, lo scorso
febbraio, su disposizioni dell’assessore all’Ambiente Fabio
Ruffini intervenne il Nucleo ambientale della nostra Polizia Municipale
che, esaminando i sacchi della spazzatura abbandonati, riuscì a risalire
agli autori dello scempio ambientale. Ora – conclude Mastromauro – quel
luogo, frequentato e suggestivo, è pulito ma quanto durerà? C’è
evidentemente un problema di fondo, che per quanto concerne la
tossicodipendenza è soprattutto il dramma che coinvolge in primo luogo chi
distrugge la propria vita per il danno fisico, psicologico, affettivo,
emotivo connesso all’assunzione della droga. Ma è anche un problema
sociale per le conseguenze dirette o indirette che provoca, considerando
anche i rischi in caso di siringhe lasciate in abbandono. Comunque c’è
anche un’altra questione, ed è quella dei controlli da parte delle
forze dell’ordine. Va detto per onestà che carabinieri, polizia e
agenti della Municipale non hanno il dono dell’ubiquità. Non possono
essere tutti i giorni e tutte le ore in ogni posto. Ci vorrebbe un
reggimento. In ogni modo ho già chiesto ai responsabili delle varie forze
dell’ordine di aumentare i controlli e alla “Giulianova Patrimonio”,
che pure è sotto pressione per i tanti interventi effettuati, di
implementare ulteriormente i servizi di decespugliazione e sfalcio”.

image_pdfimage_print
Condividi:

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.