Il Consiglio Direttivo del Parco a maggioranza delibera il proprio sì sul progetto “Le Fontari”

30 Maggio 2015 22:310 commentiViews: 14

 

 

Assergi 29/05/2015 _ Una seduta intensa, come ci aspettava, per la complessità degli argomenti all’ordine del giorno, quella del Consiglio Direttivo del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, che si è riunito oggi ad Assergi per deliberare su questioni urgenti ed importanti per il territorio. A cominciare dall’espressione del parere sulla valutazione d’incidenza ambientale per il progetto di sostituzione della seggiovia “Le Fontari”.

 

Su questo punto, a conclusione di un’ampia disamina, il Consiglio Direttivo ha deliberato, a maggioranza, ovvero con l’unico voto contrario del consigliere Stefano Allavena, rappresentante delle associazioni ambientaliste, di esprimere un parere favorevole sul progetto, accogliendo, in sostanza, il concetto che trattasi di “una sostituzione e non di un nuovo intervento infrastrutturale”. La deliberazione del Consiglio Direttivo sarà rimessa alla Regione Abruzzo, per le decisioni del caso, nell’ambito del procedimento per il rilascio della V.I.A., unitamente ai due pareri presi in esame: l’istruttoria  del Servizio Scientifico dell’Ente, che ha presentato un parere di “non mitigabilità” dell’impatto dell’opera, ed il parere legale presentato dal Centro Turistico del Gran Sasso a corredo della documentazione.

Soddisfazione è stata espressa dal Presidente dell’Ente, Arturo Diaconale,  che ha rimarcato la necessità  che “il Parco non resti sordo alle esigenze di sviluppo che arrivano dal territorio e, nella fattispecie, quelle espresse dal comune più importante dell’area protetta”.

Contestualmente il Consiglio Direttivo ha avviato le procedure per l’approvazione dei pareri alle osservazioni pervenute sul Piano del Parco, tema al quale sarà dedicata l’intera seduta del prossimo consiglio dell’11 giugno, così da completare i lavori entro il mese.

Altre deliberazioni del Consiglio Direttivo hanno riguardato l’affidamento, sulla base di un  protocollo d’intesa tra Ente Parco, Comune di Rocca S. Maria, ASBUC e Pro loco, delle strutture del Parco avventura del Ceppo, così da renderle fruibili per l’estate,  l’implementazione del piano della performance dell’Ente,  con obiettivi sfidanti  da fissare nel mese di ottobre, contestualmente al bilancio di previsione,  e il sostegno alla procedura di realizzazione del Contratto di fiume per l’Alta valle dell’Aterno. Per quanto concerne la concessione dei contributi ad Enti ed associazioni, il Consiglio ha deciso di non procedere, data la mancata disponibilità di congrue risorse per l’annualità in corso.

Allo smantellamento dei tralicci dell’Enel, che insistono in alcuni comuni dell’area protetta, sarà dedicato un  un consiglio ad hoc, con la partecipazione dei comuni interessati e della società Terna, mentre  sulla richiesta di sostegno al settore apistico, è stata demandata all’Ente la realizzazione di un apposito progetto tecnico-scientifico, cui collegare un bando pubblico e la richiesta alla Regione Abruzzo di attribuire finanziamenti nel quadro del prossimo PSR.

print
Condividi:

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.<br/>Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi