CGIL-FP: IL COMUNE DI SANT’EGIDIO ALLA VIBRATA NON PAGA LO STRAORDINARIO ARRETRATO AI DIPENDENTI

30 Aprile 2015 19:140 commentiViews: 6

 

 

 

E’ trascorso anche il mese di aprile e il Comune di Sant’Egidio alla Vibrata non ha remunerato lo straordinario arretrato al personale dipendente, nonostante un accordo con l’Amministrazione avesse stabilito, nella riunione del 23/12/2014, che lo stesso venisse liquidato entro il 31/01/2015.

 

Gli uffici competenti hanno rimesso già da tempo le autorizzazioni, specificando il motivo del rientro, gli Amministratori dell’Ente hanno dato disposizioni, solo verbalmente, di non liquidare gli emolumenti e continuano a far svolgere al personale ore di straordinario.

 

E’ diventata ormai prassi del Comune di Sant’Egidio alla Vibrata far lavorare il personale dipendente per l’intero anno e poi far slittare una parte dei pagamenti dello straordinario all’anno successivo e obbligare i dipendenti al recupero forzato delle ore per carenza di fondi destinati allo scopo, ovviando a quella programmazione e rendicondazione periodica indispensabile per non arrecare danni al dipendente, ma vincolante poi nelle scelte discrezionali dell’Ente.

 

Abbiamo interessato i vertici del Comune nella speranza di conoscere le motivazioni e di giungere ad una definizione della pendenza, nessuna risposta è arrivata dall’Amministrazione.

 

Se con la mensilità di maggio 2015 non saranno remunerati le spettanze ai lavoratori metteremo in campo tutte le iniziative che riterremo opportune affinché i diritti dei lavoratori vengano rispettati.

 

 

Teramo li 30/04/2015

 

Il segretario prov.le

( Amedeo Marcattili)

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi