IL COMUNE DI ROSETO APPROVA IL BILANCIO DI PREVISIONE 2014

10 ottobre 2014 18:050 commentiViews: 14

 

 

Nel corso dell’ultimo Consiglio Comunale è stato approvato il Bilancio di Previsione 2014. “In realtà si tratta di un consuntivo, in quanto siamo già nel mese di ottobre e questa è purtroppo, ancora una volta, la dimostrazione tangibile delle difficoltà che tutti i Comuni sono costretti ad affrontare per far quadrare il bilancio, tra tagli unilaterali che arrivano dal Governo centrale e difficoltà nel reperire i fondi sul territorio, stante la crisi che attanaglia famiglie e cittadini” dichiara il Sindaco di Roseto degli Abruzzi, Enio Pavone.

 

Nelle ultime settimane il Consiglio Comunale ha provveduto all’approvazione del regolamento e delle aliquote per l’Imposta Unica Comunale (IUC) che comprende l’IMU, la TASI, Tassa sui Servizi Indivisibili (pubblica illuminazione, polizia municipale, anagrafe, ecc.) e la TARI (Tassa sui Rifiuti). “Siamo convinti, seppur tra mille difficoltà, di aver approvato un regolamento sui tributi che vada incontro alle esigenze dei cittadini e, in particolare, dei ceti meno abbienti e delle famiglie messe già in difficoltà dalla crisi” sottolinea il primo cittadino.

 

Le difficoltà che tutti i Comuni italiani hanno nel far quadrare i bilanci sono state affrontate e dibattute anche in un incontro convocato nei giorni scorsi dal Presidente della Camera dei Deputati, On. Laura Boldrini, a cui ha partecipato anche il Sindaco di Roseto degli Abruzzi, Enio Pavone, insieme ad altri 500 colleghi giunti, per l’occasione a Roma, da tutta Italia.

 

E’ inutile girarci intorno: i trasferimenti statali per il 2014 ammontano, per il nostro Comune, a 1 milione 550 mila euro, con una riduzione di circa 552 mila euro rispetto all’anno precedente e di oltre 4 milioni di euro rispetto al 2010 – prosegue il primo cittadino – se a questo si aggiunge anche la contrazione per quanto concerne le entrate previste dalla “Bucalossi”, che confermano lo stato di profonda crisi in cui versa il settore edilizio e che si ripercuote anche sulle casse comunali e le conseguenti possibilità di investimenti, il quadro è ancora più chiaro”.

 

Malgrado ciò, ci tiene a sottolineare il Sindaco, l’Amministrazione rosetana è riuscita a mantenere invariate le tariffe dei servizi a domanda individuale, come i buoni pasto per la mensa scolastica, fermi a 2,50 euro e il trasporto scuolabus, il cui costo rimane a 100 euro. “Tariffe, che ci tengo a precisare, sono tra le più basse della provincia di Teramo”.

 

Voglio poi a sottolineare – prosegue Pavone nell’illustrare il bilancio – il grande sforzo fatto, grazie anche alla possibilità dataci dalla legge, di aver sistemato tutto l’arretrato relativo ai pagamenti di fornitori che avevano maturato crediti importanti nei confronti dell’Amministrazione comunale negli anni passati e che spesso venivano a bussare alla mia porta per avere una risposta e manifestarmi il forte rischio per le loro imprese. Oggi possiamo affermare che le fatture per l’acquisto di beni e prestazioni di servizi vengono pagate entro i 60 giorni previsti per legge. Così come si è provveduto a pagare gli oltre 6 milioni di euro di debiti fuori bilancio, gran parte dei quali legati all’annosa vicenda dell’Autoporto, maturati negli anni”.

 

Per quanto concerne poi il Piano Triennale delle Opere Pubbliche, tenuto anche conto delle scarse risorse e della possibilità minima di accensione di nuovi mutui pari a 530 mila euro, l’obiettivo che l’Amministrazione si è prefissato è quello di completare l’iter ed appaltare le opere pubbliche che sono state finanziate con fondi Fas regionali. In particolare si tratta della pista ciclabile, del ponte sul fiume Vomano, della messa in sicurezza del Ponte sulla Ss 150 in località S. Giovanni, della sistemazione delle acque piovane a S. Giovanni e relativi marciapiedi e della rotonda sulla Ss 150 in prossimità della nuova chiesa di Campo a Mare-Voltarrosto.

 

L’altro obiettivo sul quale stiamo lavorando, come deciso durante l’ultimo importante vertice di Montepagano, è l’attivazione della procedura di esternalizzazione dei principali servizi al fine di migliorarne non solo l’efficienza, ma anche di provare ad abbatterne i costi” conclude il Sindaco di Roseto degli Abruzzi, Enio Pavone.

 

 

 

Roseto 09/10/2014

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi