Abruzzo. Media: informazione on line, il Corecom presenta il primo report sul giornalismo on line in Abruzzo

31 Luglio 2014 15:020 commentiViews: 9

 

Quasi 70 quotidiani , 22 quelli su “mobile”, prima la provincia de L’Aquila. Stamattina a Chieti illustrati i dati della ricerca “in progress” insieme all’Ordine dei Giornalisti, Agcom e Anso

CHIETI – Sono in tutto 69 i siti di informazione on line in Abruzzo, più quattro edizioni locali sul web di quotidiani nazionali (Ansa, Il Centro, Il Messaggero Abruzzo e il Tempo Abruzzo). Ventidue quelli che hanno anche una versione mobile per l’accesso tramite smartphone, mentre a livello geografico è la provincia de L’Aquila quella con il maggior numero di quotidiani on line (19), davanti a Teramo (18), Chieti (17) e Pescara (15). Questi in sintesi alcuni dei principali dati emersi dalla prima ricerca sulla realtà dell’informazione on line in Abruzzo, promossa dal Comitato regionale per le Comunicazioni Corecom in collaborazione l’Agcom e l’Ordine regionale dei giornalisti e l’Anso (Associazione Nazionale della Stampa On line). Una vera e propria mappatura – la prima del genere condotta nella nostra regione – delle testate giornalistiche abruzzesi presenti sul web. Il report è stato presentato questa mattina nel corso della giornata formativa “Le regole e le tecnologie del mondo dell’informazione on line”, organizzato dall’Ordine dei Giornalisti e dal Corecom Abruzzo nella sede della Sala Consiliare della Provincia di Chieti.

Oltre alle informazioni generali su quantità e distribuzione geografica, il report prende in esame (il periodo di riferimento dell’analisi è gennaio 2014) indicatori importanti come: i contenuti e la tipologia delle informazioni trattate, i servizi all’utenza, il grado di ipertestualità e interattività, la visibilità e il posizionamento sui principali motori di ricerca (Google PageRank e Alexa) e la realtà organizzativa (ad esempio i cosiddetti siti del “franchising dell’informazione” perché gestiti ed editi da reti più complesse a livello nazionale). La ricerca è aperta e sarà un lavoro “in progress”: gli stessi operatori dell’informazione on line potranno infatti aggiornarla direttamente dal sito del Corecom Abruzzo www.corecomabruzzo.it . Ogni sei mesi, inoltre, sarà reso noto un rapporto aggiornato con i nuovi dati.

“Per il Corecom è stata una scelta quasi obbligata quella di analizzare questa realtà che è già un tema del presente, non solo del futuro – ha ribadito questa mattina a Chieti il presidente Filippo Lucci – la ricerca, la prima del genere in Abruzzo, affronta un settore della comunicazione che sta cambiando velocemente le sue regole e le sue tecnologie e, soprattutto, che ha bisogno di risorse per crescere e radicarsi anche in Abruzzo”. “Il ruolo del comitato – ha continuato – è da un lato quello supportare i cittadini che accedono alle informazioni sul web, specie i minori, tutelando il rispetto di  norme e codici in vigore; dall’altro quello di impegnarsi affinchè giornalisti e operatori dell’informazione on line abbiano più garanzie sul piano contrattuale e professionale”.

Al convegno di questa mattina sono intervenuti Maria Pia Caruso, dirigente dell’Autorità garante delle comunicazioni, il presidente dell’Anso Betto Liberati e il presidente dell’Ordine dei Giornalisti della Regione Abruzzo, Stefano Pallotta, che in particolare ha posto l’accento sui temi del rispetto delle norme, delle regole professionali e dell’etica in un settore in rapida evoluzione come quello dell’informazione giornalistica on line.

Chieti, 31 luglio 2014

print

Tags:

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi