Giulianova. CONOSCIAMOCI E FACCIAMOCI CONOSCORE NUOVO LIBRO DI ALIDA SCOCCO MARINI Di Pietro Serrani

2 giugno 2013 18:450 commentiViews: 129

CONOSCIAMOCI E FACCIAMOCI CONOSCORE

NUOVO LIBRO DI ALIDA SCOCCO MARINI

Di Pietro Serrani

Venerdì 7 giugno prossimo, alle 17,30 circa, presso la Sala S. Carlo di Teramo, verrà presentato il secondo volume di Alida Scocco Marini intitolato Conosciamoci e facciamoci conoscere – Personaggi noti e meno noti della Provincia di Teramo (Mosciano S. Angelo, Artemia Edizioni, 2012).

Alle presentazione, oltre all’autrice, prenderanno parte anche Simone Gambacorta, scrittore e critico letterario, Luigi Aurelio Pomanti, docente universitario, e l’assessore del Comune di Teramo Guido Campana.

Si tratta di una carrellata di bei nomi che all’arte, e al progresso della propria città, hanno dedicato, e dedicano, la loro vita. Nominativi della Provincia di Teramo, come anche specificato nel sottotitolo “Personaggi noti e meno noti…”. Anche in questa nuova pubblicazione, come nella precedente del 2005 – che era dedicata solo ai personaggi di Teramo – i nominativi inseriti sono, per nascita, della prima metà del Novecento e, in gran parte, sono frutto di passaparola tra amici e della collaborazione di Walter De Berardinis per Giulianova e di altri per le altre località. Tuttavia non mancano delle digressioni per quei giovani che dell’arte fanno il loro stile di vita, quali Marino Melarangelo, Matteo Clementi, la montoriese Anna Rita Altieri, Riccardo Celommi e il giovanissimo Oreste Tancredi.

Una iniziativa – quella di Alida Scocco – impegnativa ed interessante. E singolare perché effettivamente nessuno, fino ad ora si era mai cimentato in un lavoro del genere, se non per articoli giornalistici o per determinati eventi. Ma nessuno mai aveva pensato ad un libro, con lo scopo, come riportato nel sottotitolo, di “conoscere e far conoscere”.

«Ci si conosce», dice l’autrice, «per lo più, nel proprio ambito di applicazione, molto meno quando l’applicazione culturale riguarda altri settori, ancor meno se ad occuparsi dell’elevazione sociale di un posto è l’industriale del quale si può pensare che il suo lavoro sia solo quello di dirigere e procacciare affari, ma cosa c’è dietro? Il mio lavoro, per quanto possibile, ha cercato di colmare questa lacuna».

Che sia stato un lavoro impegnativo non vi è alcun dubbio, si pensi contattare ciascuno di loro! Ci ha confidato che più volte ha telefonato in Canada alla scrittrice di origine montoriese Maria De Dominicis Ardizzi, della quale, poi, è diventata amica e dalla quale ha ricevuto un corposo fascicolo di documenti e copie dei suoi libri. Oppure ha atteso dopo “piacevoli colloqui”, le loro schede aggiornate, non sempre corredate da articoli di giornali che illustravano gli eventi di cui erano protagonisti, ritagli di riviste mancanti delle date e a volte anche del titolo stesso della testata. È anche capitato che per mesi ha atteso, da un amico che se ne era preso carico, le risposte relative ai nominativi di Atri, ma inutilmente, restando così, con suo sommo dispiacere, quella città non rappresentata se non per il console e scrittore Domenico Vecchione e l’attore Carlo Delle Piane. L’interesse, poi, dei lavori biografici da lei eseguiti – sia nel primo che nel secondo volume – è notevole in quanto resteranno nel tempo importanti documenti storici, ad oggi sufficientemente completi, relativi a personaggi che hanno vivacizzato non solo la vita culturale locale ma anche quella oltre i suoi confini, poiché daranno ai posteri la possibilità, nel caso se ne dovesse ravvisare la necessità, di avere tutte le notizie necessarie. Logicamente ci sarà bisogno di un aggiornamento che, con i mezzi computerizzati odierni, non sarà difficile  eseguire.

Alida Scocco Marini non è nuova a lavori così “originali”, amante come è della storia di Teramo non ama “rivisitare” quella scritta da autorevoli storici, ma approfondirli corredandoli di nuovi studi, colmando quelle lacune laddove ritenga che siano incompleti. Suo è anche lo studio sulle chiese di Teramo, alla ricerca di quelle scomparse nei quartieri di Teramo (“Le chiese nei quartieri di Teramo”, Teramo, Emmegrafica, 2001). Ha anche individuato l’esatto sito della prima Prefettura di Teramo, al tempo chiamata Intendenza (“L’Intendenza di Teramo 1806 – 1840”, Teramo, Emmegrafica, 2002). Con la collaborazione del geologo ingegnere Domenico Di Baldassare  ha pubblicato “Storia di San Eleuterio e dei suoi territori confinanti” (nella pubblicazione non si cita il nome della casa editrice e neanche la data di pubblicazione). Si è anche interessata di sport con un’ampia biografia sul montoriese Bruno Patriarca, pilota automobilistico pluripremiato e costruttore di auto sportive, formula 750 e 1000. Il libro, intitolato “Bruno Patriarca – Una vita di auto, corse e vittorie” (anche qui non vengono riportati né luogo e né data di stampa), è stato presentato a Forlì nel 2010 dall’autrice, durante la manifestazione  celebrativa per il centenario dell’Alfa Romeo.

Per il futuro, infine, Alida Scocco ha messo in cantiere altri due progetti: la presentazione di un libro su fatti, aneddoti, personaggi poco conosciuti o dimenticati, curiosità e quant’altro accaduti a Teramo, dalla Rivoluzione francese alla istituzione della Repubblica e, naturalmente, il terzo ed ultimo volume di “Personaggi noti e meno noti” riferiti al vasto territorio dell’intera Regione Abruzzo.

Pietro Serrani

———————————————————————————————

Contatti
Artemia Edizioni
Via G. Pascoli – C.da Ripoli, 64023
Mosciano S.A. – Teramo

tel. 085.8072247
cell: 347.5364795

info@artemiaedizioni.it
editoriale@artemiaedizioni.it

P.IVA 01677340679

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi