Giulianova. 7° edizione del Premio “Massimo Cerasi” Scelti i tre premiati a parità di merito

20 luglio 2013 15:300 commentiViews: 80

7° edizione del Premio “Massimo Cerasi”

Scelti i tre premiati a parità di merito

All’interno della manifestazione denominata Tesori di Fattoria, per il settimo anno consecutivo, abbiamo inteso ricordare il compianto ex Presidente della Cia di Teramo e Patron della manifestazione, Massimo Cerasi,  in collaborazione con l’Università di Teramo. I vincitori a parità di merito della borsa di studio “Massimo Cerasi”, riservata ai laureati che abbiano discusso la tesi presso la facoltà di Agraria di Teramo nel periodo intercorrente tra il 01/07/20012 ed il 30/06/2013, sono stati: Dopo attenta valutazione delle 25 tesi presentate, sono stati proclamati i vincitori delle 3 borse di studio e premiati, venerdì, 19 luglio 2013, in occasione dell’inaugurazione dell’12 edizione dei Tesori di Fattoria.

Premio da Euro 1.500,00 e targa (artistica) ricordo a Erica Filipponi, per la sezione Laurea Magistrale in Scienze e Tecnologie Alimentari, con la tesi: “Composizione e funzionalità tecnologica di cereali abruzzesi ” .

Premio da Euro 750,00 e targa (artistica) ricordo a Federica Fagnani, per la sezione Laurea in Viticoltura ed Enologia, con la tesi: “influenza di lieviti starter autoctoni per la produzione di Montepulciano d’Abruzzo”.

Premio da Euro 750,00 e targa (artistica) ricordo a Diego Innocenzi, per la sezione Laurea in Scienze e Tecnologia Alimentari triennale, con la tesi: Determinazione simultanea di composti ad attività antiossidante in campioni di olio di oliva per mezzo di un sensore voltometrico.

La commissioni esaminatrici erano composte da due docenti della Facoltà di Agraria dell’Università di Teramo e da un dirigente della CIA di Teramo. Preside Dario Compagnone, Prof. Giuseppe Martino, designati dal consiglio di facoltà di bioscienze e tecnologie agro-alimentari e ambientali di Teramo. In rappresentanza della CIA di Teramo c’era il dirigente, dott. Gilberto Scarpone.

La Cia presenta Calici sul lido il laboratorio del gusto

Grande successo di pubblico, ieri sera, per Calici sul Lido, la degustazione di vini e specialità tipiche abruzzesi organizzata dalla Confederazione Italiana Agricoltori presso il Kursaal di Giulianova. Tutti occupati i posti a sedere per ascoltare Paolo Lauciani, il sommelier che ha accompagnato i presenti alla scoperta di alcuni tra i migliori vini della nostra regione. “Credo che questo sia il miglior biglietto da visita della nostra regine per i turisti”, ha detto Fabrizio Di Bonaventura, che ha coordinato la manifestazione.

Dieci i vini presentati, tre bianchi, tre rosati e quattro rossi, tra sperimentazioni e classici del territorio. Presente anche il cantante Mimmo Locasciulli, in qualità di produttore di un Montepulciano prodotto insieme ad alcuni suoi amici nelle colline del pescarese.

Ad aprire l’incontro, il Controguerra Doc Passerina di Lepore, seguito dal Pecorino di Cordoni e dal Pecorino Wild della cantina Tavoletti. Tra i rosati, il San Lorenzo, il Tatà di Chiusa Grande e il Cerasuolo Doc della cantina Torretta. Ad aprire i rossi, il Montepulciano Doc di Valori, seguito dal Cardilloso della Cantina Vagli, il Barocco Docg della Vantina Colonnella e a chiudere il Lumen della famosa Cantina Illuminati. Tra le degustazioni anche alcuni prodotti tipici come formaggi vaccini, la ventricina vastese e la mortadella di Campotosto.

“Sono felice del grande successo di pubblico, perché portare le eccellenze della nostra terra tra i turisti credo sia il miglior servizio per tutti coloro che credono nell’importanza dell’enogastronomia per il nostro territorio”, ha dichiarato il direttore provinciale della Cia Mauro Di Bonaventura.

Le serate dedicate al laboratorio del gusto proseguiranno questa sera e domani.

Chi era Massimo Cerasi (1961 Giulianova -2006 Giulianova)

Era nato a Giulianova il 25 novembre del 1961, Perito Agrario, fin da ragazzo si era impegnato nel mondo sindacale-agricolo, prima con l’Alleanza Contadina, poi con la CIC-Confederazione Italiana Coltivatori ed infine con l’attuale CIA-Confederazione Italiana Agricoltori dove ricopriva la carica di Presidente Provinciale. Durante la sua attività sindacale si era impegnato anche nel mondo politico, prima con il PCI, poi con il PDS ed infine con i DS. In seno al suo partito d’appartenenza aveva ricoperto vari posti dirigenziali: consigliere comunale e Assessore al Commercio nella giunta Arboretti. Negli ultimi anni aveva avuto anche degli incarichi politici nel coordinamento cittadino dell’Ulivo. Oltre agli incarichi politici, era stato socio fondatore e consigliere della Banca di Credito Cooperativo della Val Tordino; componente della Giunta esecutiva della Camera di Commercio di Teramo e componente della Giunta Regionale della CIA-Abruzzo. Il 1 ottobre del 2006, fu stroncato da un infarto all’età di 44 anni, lasciando sua moglie (Cinzia) e i suoi due piccoli bambini (Piergiorgio e Federica).

https://www.facebook.com/TesoriDiFattoria

http://www.tesoridifattoria.it/

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi