San Benedetto del Tronto. IL 18° FESTIVAL FERRE’ – EDIZIONE DEL VENTENNALE

4 Giugno 2013 00:100 commentiViews: 16
TEATRO CONCORDIA, San Benedetto del Tronto.

GIOVEDI’ 13 GIUGNO 2013 ore 21.15
TIZIANA GHIGLIONI
BOBO RONDELLI

VENERDI’ 14 GIUGNO 2013 ore 21.15
FRANCESCO BACCINI
I TETES DE BOIS

SABATO 15 GIUGNO 2013 ore 21.15
ANNICK CISARUK E DAVID VENITUCCI
CARMINE TORCHIA

RECITA E CANTO CON PAOLO CRISTALLI, LUCIO MATRICARDI, ALEX DI SALVATORE

direzione artistica e organizzativa GIUSEPPE GENNARI e MAURIZIO SILVESTRI
Ingresso libero su prenotazione fino a esaurimento posti
INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI 339/2142416 – 328/4832044

IL 18° FESTIVAL FERRE’ – EDIZIONE DEL VENTENNALE

Edizione davvero straordinaria questa del ventennale della morte di Léo Ferré, il poeta musicista legato da una bella storia di amicizia e di solidarietà artistica alla città di San Benedetto del Tronto che, pure nelle difficoltà economiche nazionali e locali del precario momento, si è cercato di onorare gettando il cuore oltre l’ostacolo, sia come Centro Léo Ferré che come Amministrazione e Cittadinanza.
Abbiamo così ancora una volta la possibilità di esibire il fiore all’occhiello di un Festival che ha prestigio e eco internazionali, come ulteriormente dimostra la richiesta da parte del regista francese Bernard Gille di essere presente al Festival per terminare il film documentario che sta girando su Ferré con riprese sul posto; come pure ne è conferma la richiesta dello scrittore francese Jacques Vassal di presentare in prima assoluta il suo nuovo libro su Ferré proprio nella circostanza del Festival del ventennale.
Il programma, in tre serate, si commenta da sé: il trio del cantautore livornese, Bobo Rondelli, forse l’artista tenero e graffiante più ambito del momento; il trio della raffinata e originale interprete jazz Tiziana Ghiglione; il sestetto magico dei Têtes de Bois, talentuosi interpreti italiani di Ferré; il trio del giovane e promettente Carmine Torchia; la voce adamantina della grande interprete di Ferré, l’artista francese Annick Cisaruk accompagnata dai virtuosismi di David Venitucci, fuoriclasse assoluto della fisarmonica, strumento che Léo Ferré con affetto definiva “il pianoforte dei poveri”; e infine un nome artistico che non ha bisogno di presentazione, quello prestigioso di Francesco Baccini che, a gran finale del Festival, renderà omaggio con il suo inimitabile canto a Luigi Tenco, assegnatario della Targa Léo Ferré 2013.
Ogni serata sarà introdotta, in recita e canto, dal poeta Paolo Cristalli, dai cantautori Lucio Matricardi e Alex Di Salvatore, promettenti artisti marchigiani.
Il tutto, arricchito da una tavola rotonda presieduta da Enrico De Angelis, direttore artistico del Premio Tenco, che si terrà nella Sala della Poesia presso la Palazzina Bice Piacentini, su tematiche che toccano il rapporto tra arte e vita nei poeti e nei musicisti.”

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi