Il 23 MARZO TORNA L’ORA DELLA TERRA WWF: “INSIEME IN PIAZZA PER IL PIANETA: SUL CLIMA NON SI SCHERZA!”

20 marzo 2013 23:450 commentiViews: 4
Il 23 MARZO TORNA L’ORA DELLA TERRA
WWF: “INSIEME IN PIAZZA PER IL PIANETA: SUL CLIMA NON SI SCHERZA!”
DECINE DI EVENTI IN TUTTO L’ABRUZZO
Tam tam di adesioni: nel 2012 vennero coinvolte due miliardi di persone in 7000 città e 152 Paesi del mondo
Numerosi i Comuni abruzzesi che hanno aderito. Anche i singoli cittadini e le imprese possono aderite su www.wwf.it/oradellaterra
Sul clima non si scherza, ma all’Ora della Terra del WWF ci sarà da divertirsi! Per celebrare la più grande mobilitazione globale contro il cambiamento climatico e attendere la spettacolare ora di buio planetaria che il 23 marzo alle 20.30 spegnerà monumenti e luoghi simbolo in migliaia di città del mondo, il WWF scende in piazza insieme agli artisti di Ottovolante, la giostra dei comici di Radio2 Rai, che dalla celebre scalinata di Trinità dei Monti, in Piazza di Spagna a Roma, accompagnerà il pubblico in un esilarante countdown verso l’ora di buio. Un’occasione unica per accendere i riflettori sui cambiamenti globali che stanno minacciando la vita sul pianeta e scoprire le piccole grandi soluzioni che a tutti i livelli della società possono dare al mondo un futuro più sostenibile. Lo spettacolo, in diretta nazionale su Radio2 Rai, dalle 19.00 alle 20.30 e in streaming su  ww.radio2.rai.it, sarà condotto da Dario Ballantini e Savino Zaba, con la partecipazione straordinaria della cantante, abruzzese d’adozione, Simona Molinari. Insieme a loro gli esperti del WWF che racconteranno le grandi sfide che tutti dobbiamo affrontare per la salvaguardia del pianeta.
Il cambiamento climatico – una delle più gravi crisi globali che il mondo si trova ad affrontare, che nel 2012 ha visto la riduzione massima della banchisa artica estiva, che ha contribuito alle drammatiche siccità, alluvioni e fenomeni meteorologici estremi che stanno devastando il pianeta e che promette di trasformare il 2013 in uno degli anni più caldi di sempre – sta minacciando in modo sempre più rapido e violento ecosistemi, specie e la vita di milioni di persone. Ed è dovuto principalmente alle attività umane, con emissioni globali in costante aumento e la concentrazione di CO2 nell’atmosfera che nel gennaio 2013 ha raggiunto la cifra record di 395 parti per milione. Un allarme oggi condiviso non solo dagli ambientalisti ma anche da autorevoli scienziati e organismi internazionali come la Banca Mondiale, l’Agenzia Internazionale per l’Energia, il World Economic Forum e non ultimo il presidente americano Barack Obama, che ha posto la lotta al riscaldamento globale tra le priorità del suo secondo mandato. L’Ora della Terra WWF è il più potente strumento mai nato per coinvolgere il mondo intero, a tutti i livelli della società, nel cambiamento di cui la vita sul pianeta e il nostro futuro hanno bisogno.
Non a caso l’Ora della Terra è riuscita l’anno scorso a coinvolgere oltre 2 miliardi di persone in 7000 città e 152 Paesi del mondo. In Italia si darà vita, attraverso le luci simbolicamente spente per un’ora, a una suggestiva gallery dei più bei monumenti della penisola. Novità di quest’anno il David di Michelangelo a Firenze, la basilica di San Francesco ad Assisi, i portici palatini di Torino, che si aggiungono a partecipanti storici come il nucleo di monumenti storici di Firenze (Palazzo Vecchio, Ponte Vecchio, Palazzo Sacrati Strozzi, Duomo e Battistero), la mole Antonelliana, l’Arena di Verona, l’Acquario di Genova, il Teatro alla Scala di Milano, Piazza del Plebiscito a Napoli, Piazza Maggiore a Bologna, le mura di Lucca, la Fontana Maggiore di Perugia, la Torre dell’Elefante di Cagliari, la statua di Garibaldi a Trapani e tantissimi altri siti in tutto il Paese.
In Abruzzo si comincia il 22 marzo con una anteprima a Lanciano, un dibattito organizzato con l’amministrazione comunale dal titolo: “Una sfida per il futuro: NO al petrolio, si alle rinnovabili”,  presso il Palazzo degli Studi  in Corso Trento e Trieste  alle ore 18.00.
Il convegno si propone di approfondire la tematica dell’approvvigionamento energetico, con un occhio puntato sulla situazione abruzzese, in cui la contrapposizione tra vecchie e nuove fonti energetiche si fa sempre più evidente. Sarà anche l’occasione per parlare della mega piattaforma petrolifera ombrina mare 2, un centro oli galleggiante a pochi km dalla Costa dei Trabocchi e della mobilitazione che sta nascendo per contrastarla.  Il 23 segnaliamo l’evento di Chieti dove in piazza G.B. Vico saranno in scena attori sui trampoli e giocolieri che, con il fuoco, sottolineeranno l’importanza del risparmio energetico. Sempre il 23 sono in calendario eventi in tanti  altri luoghi: a Teramo  alle 19.00 partirà la biciclettata per il centro della città: “In bici per la Terra” che si concluderà a Piazza Martiri della Libertà dove alle ore 20:30 si sarà lo spegnimento del Duomo e di tutta la piazza.  Eventi per l’ora della Terra anche nelle nostre Oasi: ad Anversa degli Abruzzi visita al Centro Appenninico di Fauna Rupestre alimentate con  caldaia a biomasse, con la partecipazione degli studenti, proiezioni e  brindisi augurale per la Terra.  Ad Atri spegnimento delle luci di Piazza Duchi Acquaviva e cena vegetariana a lume di candela c/o l’HOstaria di Zedi. A Popoli “Serata Astronomica” , osservazione del cielo con telescopi, mini corso sulle costellazioni a seguire degustazione con prodotti locali, a lume di candela.
Complessivamente alla data odierna sono ventotto  i comuni abruzzesi che hanno aderito, ma non è da escludere che altri possano ancora aggiungersi.
Per tutte le città, i cittadini, le istituzioni e le imprese che vogliono far parte della più grande mobilitazione per il pianeta, le adesioni sono infatti ancora aperte su www.wwf.it/oradellaterra mentre il programma degli eventi regione per regione è in costante aggiornamento sul sito.
Per tutti i cittadini, le istituzioni, le organizzazioni, le imprese che vogliono far parte della più grande mobilitazione per il pianeta, lanciare la propria sfida o accettare una di quelle promosse in tutto il mondo, basta andare su www.wwf.it/oradellaterra. Da seguire anche sui social sulla pagina  http://www.facebook.com/wwfitalia e su Twitter seguendo @wwfitalia e #oradellaterra.

Il 23 MARZO TORNA L’ORA DELLA TERRA
WWF: “INSIEME IN PIAZZA PER IL PIANETA: SUL CLIMA NON SI SCHERZA!”
DECINE DI EVENTI IN TUTTO L’ABRUZZO
Tam tam di adesioni: nel 2012 vennero coinvolte due miliardi di persone in 7000 città e 152 Paesi del mondoNumerosi i Comuni abruzzesi che hanno aderito. Anche i singoli cittadini e le imprese possono aderite su www.wwf.it/oradellaterra

Sul clima non si scherza, ma all’Ora della Terra del WWF ci sarà da divertirsi! Per celebrare la più grande mobilitazione globale contro il cambiamento climatico e attendere la spettacolare ora di buio planetaria che il 23 marzo alle 20.30 spegnerà monumenti e luoghi simbolo in migliaia di città del mondo, il WWF scende in piazza insieme agli artisti di Ottovolante, la giostra dei comici di Radio2 Rai, che dalla celebre scalinata di Trinità dei Monti, in Piazza di Spagna a Roma, accompagnerà il pubblico in un esilarante countdown verso l’ora di buio. Un’occasione unica per accendere i riflettori sui cambiamenti globali che stanno minacciando la vita sul pianeta e scoprire le piccole grandi soluzioni che a tutti i livelli della società possono dare al mondo un futuro più sostenibile. Lo spettacolo, in diretta nazionale su Radio2 Rai, dalle 19.00 alle 20.30 e in streaming su  ww.radio2.rai.it, sarà condotto da Dario Ballantini e Savino Zaba, con la partecipazione straordinaria della cantante, abruzzese d’adozione, Simona Molinari. Insieme a loro gli esperti del WWF che racconteranno le grandi sfide che tutti dobbiamo affrontare per la salvaguardia del pianeta.
Il cambiamento climatico – una delle più gravi crisi globali che il mondo si trova ad affrontare, che nel 2012 ha visto la riduzione massima della banchisa artica estiva, che ha contribuito alle drammatiche siccità, alluvioni e fenomeni meteorologici estremi che stanno devastando il pianeta e che promette di trasformare il 2013 in uno degli anni più caldi di sempre – sta minacciando in modo sempre più rapido e violento ecosistemi, specie e la vita di milioni di persone. Ed è dovuto principalmente alle attività umane, con emissioni globali in costante aumento e la concentrazione di CO2 nell’atmosfera che nel gennaio 2013 ha raggiunto la cifra record di 395 parti per milione. Un allarme oggi condiviso non solo dagli ambientalisti ma anche da autorevoli scienziati e organismi internazionali come la Banca Mondiale, l’Agenzia Internazionale per l’Energia, il World Economic Forum e non ultimo il presidente americano Barack Obama, che ha posto la lotta al riscaldamento globale tra le priorità del suo secondo mandato. L’Ora della Terra WWF è il più potente strumento mai nato per coinvolgere il mondo intero, a tutti i livelli della società, nel cambiamento di cui la vita sul pianeta e il nostro futuro hanno bisogno.
Non a caso l’Ora della Terra è riuscita l’anno scorso a coinvolgere oltre 2 miliardi di persone in 7000 città e 152 Paesi del mondo. In Italia si darà vita, attraverso le luci simbolicamente spente per un’ora, a una suggestiva gallery dei più bei monumenti della penisola. Novità di quest’anno il David di Michelangelo a Firenze, la basilica di San Francesco ad Assisi, i portici palatini di Torino, che si aggiungono a partecipanti storici come il nucleo di monumenti storici di Firenze (Palazzo Vecchio, Ponte Vecchio, Palazzo Sacrati Strozzi, Duomo e Battistero), la mole Antonelliana, l’Arena di Verona, l’Acquario di Genova, il Teatro alla Scala di Milano, Piazza del Plebiscito a Napoli, Piazza Maggiore a Bologna, le mura di Lucca, la Fontana Maggiore di Perugia, la Torre dell’Elefante di Cagliari, la statua di Garibaldi a Trapani e tantissimi altri siti in tutto il Paese.
In Abruzzo si comincia il 22 marzo con una anteprima a Lanciano, un dibattito organizzato con l’amministrazione comunale dal titolo: “Una sfida per il futuro: NO al petrolio, si alle rinnovabili”,  presso il Palazzo degli Studi  in Corso Trento e Trieste  alle ore 18.00.  Il convegno si propone di approfondire la tematica dell’approvvigionamento energetico, con un occhio puntato sulla situazione abruzzese, in cui la contrapposizione tra vecchie e nuove fonti energetiche si fa sempre più evidente. Sarà anche l’occasione per parlare della mega piattaforma petrolifera ombrina mare 2, un centro oli galleggiante a pochi km dalla Costa dei Trabocchi e della mobilitazione che sta nascendo per contrastarla.  Il 23 segnaliamo l’evento di Chieti dove in piazza G.B. Vico saranno in scena attori sui trampoli e giocolieri che, con il fuoco, sottolineeranno l’importanza del risparmio energetico. Sempre il 23 sono in calendario eventi in tanti  altri luoghi: a Teramo  alle 19.00 partirà la biciclettata per il centro della città: “In bici per la Terra” che si concluderà a Piazza Martiri della Libertà dove alle ore 20:30 si sarà lo spegnimento del Duomo e di tutta la piazza.  Eventi per l’ora della Terra anche nelle nostre Oasi: ad Anversa degli Abruzzi visita al Centro Appenninico di Fauna Rupestre alimentate con  caldaia a biomasse, con la partecipazione degli studenti, proiezioni e  brindisi augurale per la Terra.  Ad Atri spegnimento delle luci di Piazza Duchi Acquaviva e cena vegetariana a lume di candela c/o l’HOstaria di Zedi. A Popoli “Serata Astronomica” , osservazione del cielo con telescopi, mini corso sulle costellazioni a seguire degustazione con prodotti locali, a lume di candela.
Complessivamente alla data odierna sono ventotto  i comuni abruzzesi che hanno aderito, ma non è da escludere che altri possano ancora aggiungersi.Per tutte le città, i cittadini, le istituzioni e le imprese che vogliono far parte della più grande mobilitazione per il pianeta, le adesioni sono infatti ancora aperte su www.wwf.it/oradellaterra mentre il programma degli eventi regione per regione è in costante aggiornamento sul sito.Per tutti i cittadini, le istituzioni, le organizzazioni, le imprese che vogliono far parte della più grande mobilitazione per il pianeta, lanciare la propria sfida o accettare una di quelle promosse in tutto il mondo, basta andare su www.wwf.it/oradellaterra. Da seguire anche sui social sulla pagina  http://www.facebook.com/wwfitalia e su Twitter seguendo @wwfitalia e #oradellaterra.

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi