Abruzzo. Acerbo: INTERROGAZIONE OMBRINA MARE: CHIODI NON SI E’ OPPOSTO, PERCHE’?

28 febbraio 2013 20:350 commentiViews: 5

INTERROGAZIONE OMBRINA MARE: CHIODI NON SI E’ OPPOSTO, PERCHE’?

Il presidente Chiodi ha il dovere di spiegare agli abruzzesi come mai la Regione non si è opposta a Ombrina Mare.

Il Presidente Chiodi, con la stessa faccia tosta dei parlamentari che hanno votato il “decreto sviluppo”, a posteriori annuncia che  farà “il possibile per impedirne la realizzazione davanti a una delle zone più belle dell’Adriatico”.

E’ davvero istruttiva la lettura del decreto del ministero dell’Ambiente con cui si dichiara “la compatibilità ambientale concernente la realizzazione del  progetto di “Sviluppo del giacimento Ombrina Mare nell’ambito dell’istanza di conferimento della Concessione di Coltivazione convenzionalmente denominata d 30 B.C-MD”, ubicata nel Mare Adriatico adiacente alla costa Abruzzese presentato dalla Società Medoilgas Italia S.p.a.”.

Infatti nello stesso decreto si legge “PRESO ATTO che , seppur sollecitata in data 11.07.2012, la Regione Abruzzo non ha fatto pervenire il proprio parere di competenza”.

Ho presentato oggi un’interrogazione per sapere come mai la Regione Abruzzo non abbia fatto pervenire il proprio parere contrario e a chi addebitare tale comportamento omissivo.

Perché la Regione non si è pronunciata?

Chiodi ce lo spieghi e intanto chieda scusa agli abruzzesi.

Maurizio Acerbo, consigliere regionale Rifondazione Comunista – Rivoluzione Civile

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi