Cultura & Società, In rilievo, Libri in vetrina

Roseto degli Abruzzi. Da una bella amicizia fatta di stima e rispetto è nata una importante collaborazione.

Da una bella amicizia fatta di stima e rispetto è nata una importante collaborazione.

Il fotografo Cristian Palmieri, ideatore del noto progetto fotografico tutto al femminile “Fuori dall’ombra” che nasce dalla volontà dell’artista di rendere la donna protagonista, tramite l‘arte fotografica, in una società che non sa riconoscerla ancora come tale, oggi arricchisce la galleria di una nuova e particolare foto che farà parte della collezione “speciale”.

La collaborazione e la condivisione dell’artista Cristian Palmieri con l’associazione “Il Guscio”, da anni in lotta per contrastare la violenza di genere, portando avanti con tenacia il progetto di prevenzione e sensibilizzazione: “Il silenzio uccide”, ha ispirato l’idea di uno scatto particolare che ritraesse un nucleo familiare costituito da tutte donne: madre, figlie, sorelle, amiche, zie, cugine, in una sola parola: DONNE

Una madre, Andreina Moretti, presidente dell’associazione “Il Guscio” con le sue cinque figlie: Noemi, Benedetta, Monica, Angelica e Anastasia, hanno aperto il cuore a questo progetto e sono state pronte ad uscire “Fuori dall’ombra” per reclamare lo spazio della propria identità e gridare alle donne “Il silenzio uccide”.

Una foto in bianco e nero che ritrae la famiglia al femminile con le loro differenze e le loro affinità ma con lo sguardo indirizzato oltre l’obiettivo verso chi ascolterà il messaggio.

 La violenza è celata ormai dalle mura domestiche, e tutti ne siamo vittime e carnefici inconsapevoli.  L’atteggiamento violento sta diventando parte integrante della nostra vita: pensieri, azioni e perfino il linguaggio sta subendo una trasformazione, il vocabolario scurrile sta prendendo posto delle parole gentili e cortesi.

La gravità risiede nel giustificare la violenza. La violenza non è normale! Gli abusi non sono normali! La sottomissione non è normale! La prevaricazione non è normale!

Anche i silenzi possono nascondere forme di violenza. La violenza è un guscio doloroso chiuso dalla pena e dalla vergogna. 

Il guscio è il riparo, il rifugio, è il cuore delle donne, dove celano le loro lacrime, le loro sofferenze, le loro aspettative, i loro sogni, i loro dolori. 

Molte donne tacciono, non raccontano, avvolgono di silenzio il loro segreto… proteggono il loro aguzzino, sperando che le cose cambino, che il loro uomo cambi,  ripetendo a se stesse :“ Infondo mi ama!”

(Andreina Moretti) 

La fotografia avrà l’onore di essere la copertina dell’antologia del Concorso Letterario “Il silenzio uccide” 2023 terza edizione ( Hatria Edizioni).

Cristian Palmieri è un fotografo che realizza immagini straordinarie che stupiscono per la loro profondità e sfumature.

Il suo lavoro è caratterizzato da un’illuminazione nuova e visionaria che affronta questioni come la vita, la natura, la nudità e le sfumature.

image_pdfimage_print
Condividi:

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.