Cultura & Società, In rilievo, Ricordi di guerra

Pescara. Giorno della Memoria: Esercizi di memoria, venerdì 20 gennaio

PROGRAMMA DELL’INIZIATIVA

Ore 9,00 – 17,00
Cantiere di autocostruzione e
allestimento istallazioni multimediali1:
Le stanze della memoria, i campi di sterminio attraverso le mappe e il WEB.
Invito alla ricerca”, a cura di Piero Rovigatti, DdA UdA, con Elio Ferritto e
Giacomo Di Bartolomeo
Stand n.1 Mappe interattive sulla localizzazione e distribuzione dei campi di
concentramento e sterminio nazi fascisti.
Istallazioni video tratte dal lavoro: A forza di essere vento
lo sterminio nazista degli Zingari, Editrice A,
Stand n. 2 Istallazioni video: Senza confini, senza barriere, video ripresa di
una serata tenutasi alla Camera del Lavoro di Milano nell’ottobre 2005,
protagonisti Moni Ovadia e i Taraf da Metropulitana, un gruppo musicale rom
rumeno: insieme eseguono canti tradizionali gitani e yiddish (durata: 28’32”)
Stand n. 3 Istallazione video: “Un Rom italiano ad Auschwitz (durata 18’23,
intervista a Mirko Levak, registi Francesco Scarpelli ed Erika Rossi. Con forte
inflessione dialettale veneta, racconta la sua parabola dall’arresto in Friuli,
l’internamento nel lager, l’orrore della vita quotidiana, alla liberazione e il
ritorno al paesino d’origine.


Ore 16,30 Interventi introduttivi
Questo incontro, Ottavia Aristone, FIRST, DdA
“Usare la Teoria Critica della Razza per dare sostegno alle minoranze e
combattere la discriminazione”, Sergio Di Sano, FIRST, DNISC
“Mappare l’indicibile, geografie dell’orrore dei campi di sterminio attraverso
le mappe e il WEB. Invito alla ricerca”, Piero Rovigatti, FIRST, DdA
“Questa storica ci riguarda”, introduzione alla visione del documentario storico
“La liberazione di Auschwitz (di Irmgard von zur Mühlen, Germania, 52’, b/n),
Jörg Grunert, Cam Lecce, Deposito dei Segni

Ore 17,30 – 18,22
1 Le istallazioni sono realizzate a partire dai progetti del Concorso Internazionale Inside_OUTside,
promosso da ADSU e dal DdA di Pescara, in collaborazione con tre università internazionali, a cura
di Josè Josè Tinoco e Sebastian Potosì, (progetto vincitore del Primo premio), per gentile
concessione degli autori, https://insideoutside.page
Deposito dei Segni
FIRST – Centro interdipartimentale Formazione all’Insegnamento, Ricerca Scuola e Territorio, UdA
ADSU – Azienda per il Diritto allo Studio di Chieti e Pescara
OCA- Osservatorio Partecipazione e Cittadinanza Attiva, Dipartimento di Architettura, Uda
Proiezione documentario
“La liberazione di Auschwitz (di Irmgard
von zur Mühlen, Germania, 52’, b/n)

Ore 18,30 – 19,30
Dibattito e discussione aperta agli studenti partecipanti, a cura
di Chiara Berti, DISPUTER, UdA, e degli altri ospiti presenti
all’incontro
Giovedì 26 e Venerdì 27 gennaio
Matineè a Teatro, Spazio Matta, via Gran Sasso, Pescara
“Ceneri…2701194527012023” di e con Cam Lecce,
Jörg Grunert,Deposito dei Segni, musiche di Luigi Morleo
Deposito dei Segni
FIRST – Centro interdipartimentale Formazione all’Insegnamento, Ricerca Scuola e Territorio, UdA
ADSU – Azienda per il Diritto allo Studio di Chieti e Pescara
OCA- Osservatorio Partecipazione e Cittadinanza Attiva, Dipartimento di Architettura, Uda
(Legge n. 211 del 20 luglio 2000) La Repubblica italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data
dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz,
“Giorno della Memoria”, al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi
razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei,
gli italiani che hanno subito la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in
campi e schieramenti diversi, si sono opposti
al progetto di sterminio e, a rischio della propria vita, hanno salvato altre vite e protetto i
perseguitati.

Mappe
https://encyclopedia.ushmm.org/content/it/gallery/nazi-camps-maps
<https://encyclopedia.ushmm.org/content/it/gallery/nazi-camps-maps>
https://www.ushmm.org <https://www.ushmm.org/>
https://www.memoriae1943-45.it/auschwitz/ <https://www.memoriae1943-
45.it/auschwitz/>
https://www.google.com/maps/d/viewer?hl=it&mid=1nn2-
dMPO4DvoQMX00mBQoiyq6nQ&ll=55.788198000000015%2C27.457814999999986&z=8
<https://www.google.com/maps/d/viewer?hl=it&mid=1nn2-
dMPO4DvoQMX00mBQoiyq6nQ&ll=55.788198000000015,27.457814999999986&z=8> (permette
di scaricare I dati in versione open data)
http://www.museodiffusotorino.it <http://www.museodiffusotorino.it/>
https://it.wikipedia.org/wiki/Lista_dei_campi_di_concentramento_nazisti
<https://it.wikipedia.org/wiki/Lista_dei_campi_di_concentramento_nazisti>
Mappa interattiva dei lager
<https://daveronaailager.com/mappa-interattiva-dei-lager/>

Home


<https://www.straginazifasciste.it/?lang=it>

“Nel 2009 il governo italiano e quello della Repubblica Federale Tedesca hanno insediato
una Commissione storica congiunta (composta da 5 membri tedeschi e 5 membri italiani) con
il mandato di elaborare un’analisi critica della storia e dell’esperienza comune durante
la seconda guerra mondiale, così da contribuire alla creazione di una nuova cultura della
memoria. A seguito delle raccomandazioni avanzate dalla Commissione nel dicembre 2012 a
conclusione dei suoi lavori, il Governo della Repubblica Federale Tedesca si è impegnato
a finanziare una serie di iniziative tese a valorizzare la storia e la memoria dei
rapporti fra i due paesi nel corso del conflitto, con l’istituzione presso il Ministero
federale degli affari esteri di un “Fondo italo-tedesco per il futuro”. Rientra fra
queste iniziative la presente ricerca, promossa in collaborazione dall’Istituto nazionale
per la storia del movimento di liberazione in Italia (INSMLI) e dall’Associazione
nazionale partigiani d’Italia (ANPI), che ha permesso di definire un quadro completo
degli episodi di violenza contro i civili commessi dall’esercito tedesco e dai suoi
alleati fascisti in Italia tra il 1943 e il 1945.
L’Atlante delle stragi naziste e fasciste – che raccoglie i risultati della ricerca
condotta – si compone di una banca dati e dei materiali di corredo (documentari,
iconografici, video) correlati agli episodi censiti, ospitati all’interno del sito web.
Nella banca dati sono state catalogate e analizzate tutte le stragi e le uccisioni
singole di civili e partigiani uccisi al di fuori dello scontro armato, commesse da
reparti tedeschi e della Repubblica Sociale Italiana in Italia dopo l’8 settembre 1943, a
partire dalle prime uccisioni nel Meridione fino alle stragi della ritirata eseguite in
Piemonte, Lombardia, Veneto e Trentino Alto Adige nei giorni successivi alla liberazione.
L’elaborazione su base cronologica e geografica dell’insieme dei dati censiti ha
consentito la definizione di una ‘cronografia della guerra nazista in Italia’, che mette
in correlazione modalità, autori, tempi e luoghi della violenza contro gli inermi sul
territorio nazionale.”

_____________________________________

ESERCIZI DI MEMORIA
Seminari di riflessione e incontro, istallazioni multimediali,
video proiezioni per la celebrazione della Giornata della memoria
della Shoah (1) e la liberazione del campo di sterminio nazi
fascista di Auschwitz del 27 gennaio 1945
Venerdì 20 gennaio 2023
Mensa e Casa dello Studente di Pescara, via Marconi 139
Piazza di Valentina, Polo Universitario Viale Pindaro 42, Pescara
_______
(P. Rovigatti, 17.01.23)
L’iniziativa Esercizi di memoria nasce dalla collaborazione tra
l’associazione culturale Deposito dei Segni, il FIRST – Centro
interdipartimentale Formazione all’Insegnamento, Ricerca Scuola e
Territorio, UdA, l’ADSU – Azienda per il Diritto allo Studio di
Chieti e Pescara, e OCA- Osservatorio Partecipazione e
Cittadinanza Attiva, Dipartimento di Architettura, Uda, attorno al
progetto di Deposito dei Segni “QUESTASTORIACI(RI)GUARDA – Giorno della
Memoria”.
Questo progetto nasce in riferimento alla commemorazione del
“Giorno della Memoria1” e in relazione allo spettacolo CENERI, che
indaga le complicità economiche e finanziarie delle banche e
dell’industria nell’ascesa del nazifascismo in Germania.
La finalità del progetto è di “promuovere interesse e studio per
la storia, approfondire aspetti cogenti della storia del
nazifascismo e del fascismo per rafforzare la capacità di analisi
e critica, per saper meglio leggere ed osservare le
rappresentazioni storiche del tempo presente” e muove verso gli
obiettivi di “promuovere i diritti umani,la legalità, la
giustizia,e l’uguaglianza”.
Il programma nato dal progetto iniziale, che trova svolgimento, a
partire da venerdì 20 gennaio, negli spazi messi a disposizione
dall’ADSU di Chieti e Pescara, presso la Residenza Universitaria e
Spazio Mensa di viale Marconi 139 a Pescara, contempla la
realizzazione, nella mattinata di venerdì 20, negli spazi
all’aperto della Mensa Universitaria, di un primo cantiere di
1 (Legge n. 211 del 20 luglio 2000) La Repubblica italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data
dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz,
“Giorno della Memoria”, al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi
razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei,
gli italiani che hanno subito la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in
campi e schieramenti diversi, si sono opposti
al progetto di sterminio e, a rischio della propria vita, hanno salvato altre vite e protetto i
perseguitati.
autocostruzione e allestimento di istallazioni multimediali2: Le
stanze della memoria, i campi di sterminio attraverso le mappe e
il WEB”, a cura di Piero Rovigatti, DdA UdA, con Elio Ferritto e
Giacomo Di Bartolomeo, sedi di istallazioni video dedicate alla
consultazione di mappe interattive sulla localizzazione e
distribuzione dei campi di concentramento e sterminio nazi
fascisti e alla visione di materiali audio e video grafici tratte
dal lavoro “A forza di essere vento, lo sterminio nazista degli
Zingari, Editrice A, come: “Senza confini, senza barriere,
protagonisti Moni Ovadia e i Taraf da Metropulitana, un gruppo
musicale rom rumeno, concanti tradizionali gitani e yiddish
(durata: 28’32”); “Un Rom italiano ad Auschwitz (durata 18’23,
intervista a Mirko Levak, registi Francesco Scarpelli ed Erika
Rossi, parabola dall’arresto in Friuli, l’internamento nel lager,
l’orrore della vita quotidiana, alla liberazione e il ritorno al
paesino d’origine.
Le istallazioni restano in funzione per tutta la giornata e i
giorni successivi fino alla data del 27 gennaio.
Nel primo pomeriggio di venerdì, dalle ore 16,30 – 19,30, nella
sala conferenze della Residenza universitaria ADSU segue il
Seminario introduttivo Esercizi di memoria, con interventi di
Ottavia Aristone, FIRST, DdA, Sergio Di Sano, FIRST, DNISC, Piero
Rovigatti, FIRST, DdA, Jörg Grunert, Cam Lecce, Deposito dei
Segni, anche ad introduzione della proiezione del documentario
“La liberazione di Auschwitz” (di Irmgard von zur Mühlen,
Germania, 52’, b/n)
Alla fine della proiezione è previsto anche un dibattito e
discussione aperta agli studenti partecipanti, a cura di Chiara
Berti, DISPUTER, UdA, e degli altri ospiti presenti all’incontro
Giovedì 26 e Venerdì 27 gennaio, l’iniziativa continua con la
Matineè a Teatro, allo Spazio Matta, via Gran Sasso, Pescara,
dello spettacolo teatrale “Ceneri…2701194527012023” di e con Cam
Lecce, Jörg Grunert,Deposito dei Segni, musiche di Luigi Morleo.
Sono previste, a cura di Deposito dei Segni, in collaborazione con
altre associazioni culturali della città, come Spazio Matta,
AMPI,Florian Metateatro, UEDPescara, altre proiezioni-dibattito
in altre scuole di Pescara, come il Liceo Scientifico Galilei,
l’IPSIAS Di Marzio-Michetti, l’IIS Alessandrini, secondo il
programma in allegato.
2 Le istallazioni sono realizzate a partire dai progetti del Concorso Internazionale Inside_OUTside,
promosso da ADSU e dal DdA di Pescara, in collaborazione con tre università internazionali, a cura
di Josè Josè Tinoco e Sebastian Potosì, (progetto vincitore del Primo premio), per gentile
concessione degli autori, https://insideoutside.page

image_pdfimage_print
Condividi:

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.