In rilievo, Teramo e Provincia

Gruppo Consiliare Tortoretopiù: il mistero delle rotatorie figlie di nessuno

Tortoreto lì 08.11.2022
Il capogruppo d’opposizione Libera D’Amelio resta in attesa di delucidazioni in merito alla
realizzazione delle due nuove rotatorie Carducci e Da Vinci, delucidazioni che tardano ad arrivare.
Considerando che l’apertura di questi cantieri è avvenuta con una certa solerzia prima della tornata
elettorale dello scorso giugno, non si comprende come ad oggi non vi siano notizie documentali
certe riguardo la loro esistenza.
In breve il Consigliere D’Amelio in data 26 luglio, chiedeva conto di un serie di questioni, quali
l’esistenza della convenzione tra l’ANAS e il Comune di Tortoreto, il progetto di realizzazione
dell’opera, il parere della Sovraintendenza al taglio degli arbusti, qualunque tipo di carteggio
intercorso fra i due enti e qualsiasi documento attestasse la progettualità esistente dietro la
realizzazione delle rotatorie. Richiesta ribadita con un’interpellanza Consiglio Comunale del 22
settembre ma l’assessore delegato e vicesindaco si è rifugiato in un lapidario non c’è nulla, ossia
agli atti del Comune non esiste alcun tipo di carteggio che documenti quanto richiesto.
Pari sorte è toccato all’interrogativo sulla ditta che ha eseguito i lavori .
Questo fatto ha dell’incredibile quanto dell’inammissibile infatti, qualora fosse vero tutto ciò
significherebbe che si stanno realizzando delle opere pubbliche sul territorio di Tortoreto
“all’insaputa” dell’Amministrazione comunale stessa, sulla Strada Statale 16, la più importante
arteria che attraversa il nostro Comune.
Dunque, queste nuove rotatorie sono figlie di nessuno e soprattutto formalmente non parrebbe
esistere negli archivi del Comune di Tortoreto nulla di quanto richiesto dal capogruppo D’Amelio.
Medesima richiesta è stata protocollata all’ANAS in data 1 ottobre e da oltre un mese il silenzio
regna sovrano anche su questo fronte .
Il capogruppo D’Amelio sottolinea: “Noi vogliamo che siano realizzate opere pubbliche sul nostro
territorio che corrispondano alle esigenze dei tortoretani, e però tali opere devono essere realizzate
in ossequio alle norme, alle procedure e al buonsenso. Appare quanto meno singolare che per
realizzare la rotatoria via Vascello l’amministrazione comunale abbia in modo solerte inteso
confrontarsi con l’ANAS e invece queste due restino figlie di nessuno”.

image_pdfimage_print
Condividi:

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.