Cultura & Società, In rilievo

Controguerra, “A scuola… di corsa” per la gara di San Martino

 

Lo scorso 11 novembrecirca 300 alunni della scuola primaria e della scuola secondaria di I grado di Corropoli, Colonnella e Controguerra hanno aderito alla manifestazione “A scuola…di corsa”, un’attività ludico-motoria ideata per gli studenti e distinta in vari percorsi individuati in base all’età deipartecipanti, che si è svolta a partire da Piazza del Commercio a Controguerra (Te).

L’evento, nato da un’intesa tra l’amministrazione comunale e l’Istituto vibratiano diretto da Stefania Nardini, ha inauguratola 24esima edizione della cosiddetta “Corsa di San Martino”, la tradizionale gara podistica di Controguerra (Te), che torna dopo due anni di assenza a causa della pandemia e dàappuntamento a tutti gli appassionati di questo sport a domenica 13 novembre.

La manifestazione, presentata qualche giorno fa nel corso di una conferenza stampa in Regione, vede tra i promotori gli organizzatori del Gruppo podistico Avis Val Vibrata (Raffaele Traini, Mauro Scarpantonio e Alberto Pompilii), il sindaco di Controguerra Franco Carletta e Umberto D’Annuntiis in rappresentanza della Regione Abruzzo; Rosalia Montefusco, direttore del GAL Terreverdi Teramane; Stefania Nardini,Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo Corropoli-Colonnella-Controguerra, e Giordana Truscelli del Lions Club Val Vibrata.

Tante le iniziative collegate a questa corsa, che si propone di essere anche un grande evento di aggregazione sociale legato alla promozione del territorio: un lungo weekend, che abbinerà alla gara podistica un tour nei suggestivi borghi del teramano (Mutignano, Silvi Alta, Castelbasso, Montepagano, Colonnella), la sensibilizzazione su alcune problematiche legate alla salute, la festa in paese e l’aspetto gastronomico.

Domenica 13novembre, in occasione della “Corsa di San Martino” di 15 km, ci sarà infatti l’attesa passeggiata di 5/8 km denominata “Mangialonga Run”, giunta ormai alla sua decima edizione, che comprende 5 ristori caratterizzati da specialità culinarie locali.  I numeri previsti sono enormi: un migliaio i partecipanti alla corsa competitiva, oltre duemila quelli che invece sceglieranno di partecipare alla corsa “non competitiva”.

“Il nostro Istituto ha scelto con piacere di aderire a questo progetto” – ha affermato la preside Nardini – per condividere con l’amministrazione comunale di Controguerra degli obiettivi formativi molto importanti, quali il benessere fisico, uno stile di vita corretto, il fair play, l’inclusione nell’accezione più ampia data a questa parola. La nostra scuola conferma il suo ruolo attivo nel ‘fare rete’ e dunque nel costruire con tutte le figure che operano sul territorio una vera comunità educante che abbia come fine ultimola crescita di bambini e ragazzi da un punto di vista formativo e di costruzione del loro futuro”.

 

 

image_pdfimage_print
Condividi:

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.