Ricordi di guerra, Teramo e Provincia

RIFONDAZIONE PRESENTE AL FIANCO DELL’ANPI A MONTORIO AL VOMANO E A TERAMO NEL RICORDO DEL PARTIGIANO COMUNISTA ERCOLE VINCENZO ORSINI

Nella mattinata di lunedì 13 dicembre 2021, una delegazione della Federazione di Teramo del Partito della Rifondazione Comunista – Sinistra Europea, con il Segretario provinciale Mirko De Berardinis, ha partecipato alle due commemorazioni organizzate dall’ANPI per ricordare il sacrificio del partigiano teramano Ercole Vincenzo Orsini, in occasione del 78° anniversario del suo assassinio per mano fascista. La prima cerimonia, organizzata dalla Sezione ANPI di Montorio al Vomano guidata dalla Presidente Sabrina Evangelista, sì è svolta nella centrale piazza Orsini a Montorio, alla presenza delle autorità militari, religiose e delle scolaresche. Per la prima volta nella storia repubblicana si è registrata la grave ed ingiustificabile assenza istituzionale dell’Amministrazione Comunale Montoriese. La commemorazione successiva si è tenuta invece a Teramo, in via Paladini, nel luogo dove è collocata la lapide che ricorda il sacrificio di Orsini, organizzata dalla Sezione ANPI di Teramo, diretta dal Presidente e Vice presidente dell’ANPI provinciale Antonio Topitti, con la partecipazione del Sindaco e di altri rappresentanti dell’Amministrazione Comunale e dell’associazione “Teramo Nostra”.

Rifondazione Comunista ha partecipato alle due importanti celebrazioni, al fianco dell’ANPI, per onorare la memoria dell’eroe partigiano comunista Ercole Vincenzo Orsini, Medaglia d’Oro della Resistenza, ucciso dai fascisti all’età di 42 anni a Montorio al Vomano, il 13 dicembre 1943.

Orsini fu uno dei più strenui oppositori del fascismo nel Teramano. Durante il ventennio fascista, attivo nelle file del Partito Comunista, trasformò la sua bottega artigiana di falegname, ebanista e liutaio in via Paladini a Teramo nella sede clandestina di incontro degli antifascisti e dei democratici teramani. Ideò ed organizzò molteplici manifestazioni contro il fascismo ed azioni di sabotaggio in collegamento con l’esecutivo del PCI clandestino.  Ciò gli valse persecuzioni, arresti e vari provvedimenti di polizia che non servirono però a dissuaderlo dall’operare contro il regime mussoliniano. Dopo l’8 settembre 1943, Orsini prese parte alla guerra di liberazione e fu tra gli animatori dell’epica Battaglia di Bosco Martese, il primo scontro in campo aperto della Resistenza Italiana contro i nazi-fascisti, avvenuto il 25 settembre 1943 sulle montagne teramane. In seguito costituì un “comitato segreto d’azione” e una banda partigiana. Fu ucciso dai fascisti del “Battaglione M” a Montorio al Vomano durante un combattimento e il suo corpo martoriato fu legato al dorso di un asino ed esposto per giorni al pubblico ludibrio nelle vie del paese come esempio negativo della resistenza antifascista ed antinazista.

Rifondazione Comunista ricorda la straordinaria figura del comunista Ercole Vincenzo Orsini, al quale è co-intitolato da trent’anni il Circolo di Teramo del PRC, sin dalla sua fondazione nel 1991, insieme con l’esemplare Romolo Di Giovannantonio. Non dimentichiamo il sacrificio dei gloriosi partigiani e dei combattenti della lotta di liberazione dal nazi-fascismo e continueremo ad onorarne la memoria insieme all’ANPI per trasmettere i loro valori alle nuove generazioni. Ora e sempre resistenza!

 

Partito della Rifondazione Comunista – Sinistra Europea

Federazione Provinciale di Teramo

Circolo di Teramo “E.V.Orsini – R.Di Giovannantonio”

image_pdfimage_print
Condividi:

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.