In rilievo, Sport

SUL PARQUET DI IMOLA LA GIULIA BASKET GIULIANOVA CEDE SOLO AL PHOTOFINISH

La Giulia Basket Giulianova esce sconfitta dal PalaRuggi di Imola con il punteggio finale di 74-65, svantaggio sicuramente troppo ampio per quanto visto in gara. I giallorossi, presentatisi senza Giacomelli, in panchina solo per onor di firma, infatti hanno molto da recriminare perchè, avanti nel punteggio per tutta la fase centrale della gara, a 80″ dalla sirena finale erano ancora in parità (63-63). Imola è stata però più cinica e precisa nelle fasi salienti della gara, conquistando così due punti più che sudati. Giulianova, reduce da un periodo non troppo fortunato, ha il merito di aver giocato alla pari contro la formazione che, con Roseto, è meritatamente in testa alla classifica, e forse senza il fardello di ben 26 palle perse e con migliori percentuali nei momenti cruciali avrebbe potuto portare a casa la vittoria.
Tra le fila giallorosse vanno sottolineate le prove di Fattori, autore di una doppia-doppia da 17 punti e 10 rimbalzi, Cianci e Motta, autori rispettivamente di 14 e 15 punti. In casa Imola la palma del miglior giocatore va a Emanuele Trapani, che con le sue invenzioni per larghi tratti ha sorretto l’attacco dei padroni di casa.
Brutto inizio gara per la Giulia Basket Giulianova che nei primi 4 possessi perdeva ben 3 palloni consentendo ai padroni di casa di poter spingere sull’acceleratore. Imola, guidata dall’ottimo Trapani, dopo 4 minuti era sul 10-0, costringendo coach Domizioli a mettere mano al quintetto, inserendo a più riprese Bischetti e Motta, partito inizialmente dalla panchina. Era proprio quest’ultimo a muovere il punteggio per la Giulia Basket, che dopo 5′ di gioco segnava i suoi primi punti (10-2). Fattori si sbloccava, muovendo il suo tabellino, e grazie a una tripla di Motta Giulianova (16-9 al 7′) rientrava ufficialmente in partita, almeno come atteggiamento e presenza in campo. Difensivamente i giallorossi salivano di tono contenendo al meglio gli esterni imolesi che abbassavano le percentuali al tiro. Lo svantaggio minuto dopo minuto diminuiva sensibilmente fino ad arrivare a soli due possessi proprio in chiusura di tempo (18-14 al 20).
In apertura di secondo quarto Cianci, con un gioco da tre punti, firmava il -1 (18-17) riaprendo definitivamente la gara. Il pareggio arrivava al 12′ (20-20) e solo 30 secondi dopo Giulianova metteva per la prima volta nella gara il naso avanti (20-22). Imola cercava di affidarsi a Trapani, il suo uomo migliore, ma dal canto loro i giallorossi, se in attacco sporcavano le percentuali, in difesa stringevano le fila, concedendo veramente poco agli ospiti (27-28 al 27′). Una tripla di Giovanni Fattori, autore di 11 punti nei primi 20 minuti, dava il +3 alla Giulia Basket (29-32 al 18’30), vantaggio forse insperato solo 10 minuti prima. Si andava al riposo sul punteggio di 31-32. Se Imola poteva recriminare sulle scarse percentuali al tiro (9/29 da 2, 0/7 da 3), Giulianova doveva fare mea culpa sulle troppe palle perse, ben 14 nella prima metà gara.
Al ritorno in campo dopo la pausa lunga, pronti-via e Imola piazzava subito un 5-0 (36-32) ma, a differenza del primo quarto, Giulianova rispondeva colpo su colpo (40-41 al 23′), grazie anche ad un Fattori (17 punti e 9 rimbalzi) che letteralmente predicava basket. Al 26′ la Giulia Basket arrivava al massimo vantaggio sul 44-48, e i padroni di casa, che continuavano a litigare con il canestro, si affidavano a Trapani, il quale tra canestri in proprio e assist per i compagni, teneva a galla i suoi (48-50). I giallorossi arrivavano agli ultimi 10 minuti ancora in vantaggio, seppur di un solo punto (51-52 al 30′).
Dopo meno di due minuti dall’inizio dal quarto Imola entrava in bonus, esaurendo i quattro falli a disposizione. Giulianova ne approfittava attaccava il pitturato per portare a casa tiri liberi (56-55 al 33′), in un momento di scarso feeling con il canestro. Imola dall’altro lato del campo trovava buone cose dell’ex teramano Wiltshire e da Carnovali che, dopo aver sparato a salve per buona parte della gara, trovava un paio di buoni canestri. Al 35′ il decimo punto di Cianci manteneva le due squadre in parità (60-60) ma solo un minuto e mezzo dopo la Giulia Basket doveva fare a meno di Caverni per raggiunto limite di falli. Vigori, in casa Imola, con un gran rimbalzo in attacco riportava i suoi sul +3 (63-60), accendendo il pubblico di casa. Con tre tiri liberi quasi consecutivi Giulianova rientrava in perfetta parità (63-63 al 38′) ma Imola non cedeva, e in poco più di un minuto, complici anche due palle perse giuliesi, metteva a segno un parziale di 11-2, che permetteva ai padroni di casa di chiudere la gara sul 74-65.


Andrea Costa Imola – Giulia Basket Giulianova 74-65 (18-14, 13-18, 20-20, 23-13)


Andrea Costa Imola: Emanuele Trapani 14 (3/7, 0/1), Tommaso Carnovali 14 (3/11, 2/11), Alessandro Vigori 12 (6/10, 0/1), Kevin Cusenza 11 (3/8, 1/4), Nicola Calabrese 8 (2/5, 1/2), William luca Wiltshire 8 (2/3, 0/2), Carlo Trentin 5 (1/4, 0/0), Luca Fazzi 2 (1/1, 0/0), Nunzio Corcelli 0 (0/0, 0/1), Giacomo Guidi 0 (0/0, 0/0), Matteo Fussi 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 20 / 29 – Rimbalzi: 32 10 + 22 (Alessandro Vigori 8) – Assist: 12 (Emanuele Trapani 5)
Giulia Basket Giulianova: Giovanni Fattori 17 (7/10, 1/3), Matteo Motta 15 (2/4, 1/4), Luigi Cianci 14 (5/7, 0/2), Francesco Buscaroli 8 (1/1, 1/4), Gianluca Di carmine 5 (2/6, 0/1), Michele Caverni 3 (0/2, 0/2), Federico Bischetti 3 (0/1, 1/3), Stefano Scarpone 0 (0/0, 0/0), Fabio Scarpone 0 (0/0, 0/0), Shadi Nafea 0 (0/0, 0/0), Olivier Giacomelli 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 19 / 24 – Rimbalzi: 40 4 + 36 (Giovanni Fattori 10) – Assist: 11 (Michele Caverni 6)
print
Condividi:

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.