Teramo. Provincia: approvato il rendiconto e il bilancio consolidato 2020

11 Ottobre 2021 19:320 commentiViews: 7

FOTO ARCHIVIO

Teramo 11 ottobre 2021. A maggioranza, il Consiglio, questa mattina ha approvato il bilancio consolidato e il rendiconto 2020: due strumenti finanziari particolarmente importanti nella vita di un ente locale perché determinano l’avanzo di amministrazione soprattutto quella parte di avanzo utilizzabile per la spesa.

Quest’anno l’Ente registra un avanzo disponibile di 1 milione e 636 mila euro. Prudenzialmente sono state accantonate risorse ulteriori per far fronte a potenziali spese eccezionali (oltre 1 milione per i contenziosi) e per le società partecipate (eventuali perdite per 500 mila euro).

Il milione e 636 mila euro, quindi, è interamente disponibile per la spesa sulla base delle scelte che compirà l’Amministrazione: “velocemente nelle prossime settimane” sottolinea il presidente Di Bonaventura. Entro la fine dell’anno l’Ente dovrà impiegare il Fondo Covid  stanziato dal Governo per 1 milione e 536 mila euro.

A partire dal fondo Covid si evidenziano le contraddizioni del Governo rispetto alla politica finanziaria per le Province – ha sottolineato Di Bonaventura – permane il taglio di risorse ordinarie per oltre 13 milioni di euro; i contributi che ci vengono attribuiti non vengono versati direttamente nelle nostre casse, con il Covid abbiamo avuto maggiori spese e minori entrate con un saldo negativo di 4 milioni e 556 mila euro”. Si conferma così una condizione finanziaria che ha caratterizzato gli ultimi anni delle Province: con l’attribuzione di Fondi “speciali” per calamità naturali, sisma etc etc ma una progressiva riduzione delle entrate certe con le quali fare la programmazione.

Il Conto economico si chiude con un risultato di esercizio di oltre 7 milioni di euro; il conto patrimoniale con un netto di 138 milioni e 632.419 euro.

 Il capogruppo della Casa dei Comuni, Mauro di Scarpantonio, ha posto in rilievo una serie di opere “incomplete e incompiute” sollevando un problema relativo alle procedure di rendicontazione dell’ente su alcune linee di finanziamento. Sulle problematiche esposte, Di Scarpantonio ha consegnato un elenco a verbale. “Trattandosi di opere che risalgono fino al 2011 sono contento che il consigliere convenga con noi che c’è bisogno di una nuova organizzazione di un rafforzamento delle strutture: cosa che abbiamo cominciato a fare con la nomina del nuovo dirigente e con i concorsi” ha commentato il Presidente.

Nel corso del Consiglio, inoltre, rispondendo alla richiesta di delucidazioni del capogruppo della Casa dei Comuni in merito alla situazione della Gran Sasso Teramano, Di Bonaventura ha annunciato che domani mattina incontrerà i Sindaci di Pietracamela e Fano Adriano.

print
Condividi:

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.<br/>Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi