Rinnovati gli organi della Fondazione: Gilberto Malvestuto e Antonio Rullo presidenti onorari

24 Luglio 2020 23:430 commentiViews: 6

 

Gilberto Malvestuto e Nicola Mattoscio a Montecitorio

La Fondazione Brigata Maiella ha rinnovato gli incarichi negli organi statutari giunti a naturale scadenza.

Restano due ex combattenti alla guida morale dell’Ente con le cariche onorarie di Presidente, fortemente volute da tutti i partecipanti all’Istituto, al Tenente Gilberto Malvestuto, capo della sezione mitraglieri che guidò il plotone Maiellino entrato tra i primi a Bologna liberata e al Cav. Antonio Rullo, attuale Presidente dell’Associazione Nazionale ex Combattenti Gruppo Patrioti della Maiella (fondata personalmente da Ettore Troilo), che a soli 16 anni fu tra i più giovani partigiani d’Italia.

Confermato il Prof. Nicola Mattoscio alla presidenza della Fondazione. Con lui, nel nuovo board dell’Ente due membri in rappresentanza delle famiglie del Comandante, Ettore Troilo, per cui è presente il nipote, Luca e quella del vice Comandante, Domenico Troilo, con la figura del figlio, Alberto.

Si conferma la presenza in Consiglio di Amministrazione di Franca De Leonardis (Regione Abruzzo); sono altresì rappresentate le realtà territoriali più significative per l’origine e la storia della formazione partigiana grazie alla presenza dei Sindaci dei comuni del medio Aventino, rispettivamente nelle figure di Mario Zulli, sindaco di Gessopalena e Carmine Ficca (nel Collegio dei Revisori), sindaco di Torricella Peligna.

Ad aumentare la capacità operativa e la forza simbolica della Fondazione per la prima volta entra in Consiglio anche un rappresentante di uno dei Comuni extra regionali su cui maggiormente ha insistito l’attività e il contributo alla Liberazione dei partigiani abruzzesi: in rappresentanza del comune di Pesaro è stato eletto infatti il prof. Carlo Niro. Vincenzo Pizzoferrato, storico, membro dell’Associazione tra gli ex Combattenti della sezione Sulmona-Valle Peligna entra in sostituzione dell’avv. Luciano Angelone.

Anche il Comitato Tecnico Scientifico è stato rinnovato: confermati Costantino Felice ed Enzo Fimiani, punti di riferimento per la produzione storiografica regionale e promotori delle attività scientifiche dell’Ente. A loro si aggiungeranno altri studiosi che gli stessi individueranno tra personalità di riconosciuta levatura morale e professionale.

Gli organi così rinnovati resteranno in carica fino al 2025 e saranno impegnati a dare continuità d’azione nella direzione di onorare al meglio il lascito morale e ideale dei combattenti del Gruppo Patrioti della Maiella, nonché in quella degli approfondimenti anche scientifici del significato davvero originale della Brigata nell’ambito dei movimenti di Liberazione nazionale ed europea. In questa prospettiva, si dà notizia che sono imminenti le uscite di due importanti volumi: per la Rubbettino Brigata Maiella, Resistenza e Bella ciao! Combattere cantando la libertà, curato da Nicola Mattoscio e per I libri di Viella L’Italia repubblicana: costruzione, consolidamento, trasformazioni. Il primo ventennio democratico dal 1946 al 1966, curato da Enzo Fimiani e Marco De Nicolò.

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.<br/>Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi