Pescara. In bici dalla Sicilia all’Alto Adige passando per l’Abruzzo

23 Giugno 2020 22:120 commentiViews: 14

Pescara, 20 giugno 2020 – “Mi piace Pescara, con il suo centro pedonalizzato e la possibilità di muoversi in bicicletta. Resterò a godermela tutta la mattinata prima di riprendere il mio viaggio”. Queste le parole che Francesco Accardo ha rivolto a Elio Torlontano, console d’Abruzzo del Touring Club Italiano, che con una piccola cerimonia lo ha accolto in Largo Mediterraneo, davanti alla Nave di Pietro Cascella.

Oltre a raccontare ogni giorno con parole, foto e video le impressioni sui luoghi visitati e le persone incontrate, Accardo gira video col drone che saranno trasmessi dalla rete TV Marco Polo e prende appunti di viaggio che trasferirà in un libro in cui racconterà la scoperta delle bellezze d’Italia, ma anche le problematiche affrontate nel viaggio in bicicletta.

In ogni tappa va anche alla ricerca di opere d’arte pubblica contemporanea. A Pescara ha scelto di fotografare e filmare col drone il “Giardino Incantato” realizzato da Franco Summa, l’installazione permanente che sorge nel complesso residenziale OperA, accanto al Tribunale, di cui subito ha postato le immagini sul profilo Facebook della Galleria Siotto di Cagliari che cura questo aspetto dell’impresa.

Raggiunta Palermo in nave dalla sua Cagliari, Accardo è partito in bicicletta per risalire l’Italia fino alla Valle Aurina, in Trentino Alto Adige, spinto dal desiderio di mettere in atto un’idea di viaggio a impatto zero, con un ritorno al legame tra l’uomo e il territorio in cui vive e si muove, alla riscoperta della lentezza e dei mezzi semplici. È un’idea a cui stavo pensando già da tempo e, dopo quello che è accaduto quest’anno, con l’emergenza per il Covid-19 – ha detto Accardo – ci tenevo particolarmente a realizzarla proprio adesso, facendo qualcosa di significativo per il cicloturismo. Ho cercato di pensare a qualcosa che potesse essere fattibile per chiunque e che permettesse di riscoprire il turismo nelle regioni italiane”.

L’idea si è concretizzata nel progetto “Tramonti”, organizzato dalla Fondazione di ricerca ‘Giuseppe Siotto‘ con il patrocinio di MiBACT, Regione Sardegna, Comune di Cagliari e Associazione delle Istituzioni di Cultura Italiane (AICI) e il sostegno della rete territoriale del Touring Club Italiano che offre consigli sull’itinerario da seguire e aiuti organizzativi.

Francesco Accardo ha già ripreso il viaggio: stasera sarà a Bussi sul Tirino, il 21 alla Rocca di Calascio da dove saluterà il solstizio d’estate, il 22 percorrerà l’altopiano di Campo Imperatore e a sera scenderà a L’Aquila che visiterà il giorno seguente. Lascerà l’Abruzzo il 23 mattina diretto ad Amatrice.

Il Touring Club Italiano – Club di territorio di Pescara continuerà a seguirlo sulla sua pagina Facebook @ClubditerritoriodiPescara.

Allegate foto dell’accoglienza a Pescara.

print
Condividi:

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.<br/>Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi