Giulianova, In rilievo

Il Comune di Giulianova approva la rinegoziazione mutui e libera risorse per far fronte all’emergenza Coronavirus

 

E’ stata approvata dalla Giunta comunale la delibera presentata
dall’Assessore al Bilancio Katia Verdecchia relativa alla rinegoziazione
dei mutui contratti con la Cassa Depositi e Prestiti, che permetterà di
liberare immediatamente risorse da destinare alle esigenze delle famiglie
in situazioni di fragilità e al mondo delle imprese e del commercio.

“L’emergenza da Coronavirus – ha spiegato l’assessore al Bilancio Katia
Verdecchia – ha dato il via alla più ampia operazione di rinegoziazione
dei prestiti Cassa Depositi e Prestiti a favore degli enti territoriali.
La rinegoziazione prevede il contestuale allungamento del debito fino a
dicembre 2043, ricalcolando le rate di rimborso degli anni 2020 e
successivi, con la possibilità per il Comune di liberare risorse per far
fronte all’emergenza Covid-19. Le risorse derivanti da operazioni di
rinegoziazione potranno essere utilizzate senza vincoli di destinazione
per quanto riguarda gli anni dal 2020 al 2023. Dal 2024 sarà invece
obbligatorio destinare l’utilizzo dei risparmi agli investimenti. Dalla
certosina simulazione compiuta dagli uffici competenti è emerso, però, che
la rinegoziazione non è particolarmente conveniente per il nostro Ente, in
quanto il 90% dei mutui hanno scadenza a breve e un tasso variabile
inferiore rispetto a quello previsto dalla rinegoziazione, pertanto
l’operazione ad ampio raggio sarebbe risultata economicamente
svantaggiosa tanto da prevedere, in alcuni casi, un aumento della spesa
per interessi superiore al 250% “

“Nonostante tutto, l’Ente è riuscito a selezionare e a rinegoziare in modo
vantaggioso una serie di mutui più recenti – conclude l’Assessore – a
liberare risorse da destinare alla riduzione della pressione fiscale per i
cittadini di Giulianova. La riduzione delle quote capitali da pagare nel
2020 sarà pari ad € 125.000 a cui andrà a sommarsi la quota capitale dei
mutui mef di € 70.000, per un risparmio totale di circa € 195.000”.

image_pdfimage_print
Condividi:

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.