Atri. Convegno “La mediazione familiare e scolastica a sostegno della bigenitorialità: verso nuove figure di sistema”.

15 ottobre 2019 22:000 commentiViews: 10
Venerdì 18 ottobre, presso il Teatro Comunale di Atri a partire dalle ore 15.30, prenderà avvio il convegno “La mediazione familiare e scolastica a sostegno della bigenitorialità: verso nuove figure di sistema”.
L’iniziativa, patrocinata dal Comune di Atri, dalla Provincia di Teramo, dall’ Università degli studi di Teramo, dall’Associazione Italiana Mediatori familiari, dal centro Studi ITARD (Ente formatore accreditato MIUR) e dall’Unione Italiana Pedagogisti, si propone di promuovere la mediazione familiare e scolastica come metodo efficace per gestire i conflitti e affinché si concludano con una ricomposizione bonaria e con una riorganizzazione delle relazioni.

Giancarlo Prosperi, organizzatore del Convegno

I lavori del convegno, moderato dal giornalista Sandro Galantini, verranno preceduti dai saluti istituzionali del Sindaco della città ducale Piergiorgio Ferretti, del Presidente della Provincia di Teramo Diego Di Bonaventura e del Rettore dell’Università di Teramo Dino Mastrocola.
A relazionare saranno Franco Trubiani della LUISS di Roma, la pedagogista clinico Giorgina Di IoiaFrancesca Saliceti dell’Università del Molise, Federica Mambella vice consigliere AIMeF Abruzzo e l’avvocato e mediatore scolastico Cristina Marcone.
Le conclusioni sono affidate a Giancarlo Prosperi, mediatore familiare ed autore dei volumi Mediazione scolastica: il valore della reciprocità e Come gli adolescenti vedono la separazione dei genitori: risultati di una ricerca
print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi