USA. Benny Manocchia: poche donne italiane al comando

11 settembre 2019 20:000 commentiViews: 10

Le americane dicono spesso che nella loro nazione.  le donne,piu’ degli uomini,sono al comando di grosse industrie.In sostanza cercano di farci capire che l’America e’ la prima nazione al mondo con piu’ donne-boss.In tanti hanno detto:e’vero.

Benny Manocchia e il Senatore Kennedy

 

Invece non e’ vero affatto. Una società nel campo del marketing ha organizzato una inchiesta che ha provato tutto il contrario. Ben 126 Paesi hanno preso parte allo studio,che ha richiesto il lavoro delle migliori menti oggi sul mercato,alla ricerca della verita’.
Ebbene la verita’ e’ arrivata, dando uno scossone a molti big di questa Terra.
Infatti le tre prime nella classifica umilieranno nazioni come USA,Russia,Cina,Germania,Francia
e anche Italia
Si tratta di Giamaica, Colombia e Saint Lucia. Chi l’avrebbe mai detto. Sono tre piccoli Paesi
senza tante velleita’,dove le donne sono al timone delle industrie, Tutti e tre sono al 60% della classifica riguardante le forze lavorative.Giamaica e Saint Lucia molto impegnate nel turismo (dove le donne primeggiano).La Colombia e’ sempre stata una nazione
piena di femmine decise,preparate e pronte a tutto.
:Povera America: e’ al 15mo posto,con il 42%.Cioe’ soltanto 42 donne   su 100. sono capitane d’industria.
Pakistan e Algeria all’ultimo posto. E l’Italia? Trentunesima.C’e’ molta strada da fare.
Ma,calma. La società che ha condotto la ricerca ha dimenticato di mettere in evidenza una cosa: in Italia il vero boss (della
casa) e’ la donna. Ci sono forse dubbi al riguardo?
DE lItalia? Anche lei non puo’ dire di avere il sesso debole
print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi