Teramo. Loredana Di Giampaolo per “I promessi coni” Ali d’Oro

16 luglio 2019 18:140 commentiViews: 19

 

 

Prosegue il nuovo progetto ideato dall’azienda Ali d’Oro dal titolo: “I promessi coni. Dieci storie di amori travagliati e finiti in dolcezza”.

Il volume, edito dalla Duende di Paolo Ruggieri e Paola Vagnozzi e curato dalla giornalista Antonella Gaita, racchiude dieci racconti firmati da giornalisti e scrittori: Mattia Albani, Luigi Colagreco, Sara De Santis, Adele Di Feliciantonio, Loredana Di Giampaolo, Nicola Di Paolantonio, Roberta Di Sante, Daniela Facciolini, Davide Francioni, Paolo Marinucci.

Il ricavato dell’iniziativa sarà interamente devoluto alla Fondazione Anffas Onlus di Teramo (Associazione nazionale famiglie di persone con disabilità intellettiva e/o relazionale).

Il titolo dell’antologia di quest’anno vuole essere un omaggio ai Promessi Sposi di Alessandro Manzoni, il romanzo più famoso e più letto tra quelli in lingua italiana, e un invito ad affrontare il tema – presente nella letteratura di ogni tempo e di ogni paese – dell’amore che, pur osteggiato dagli uomini e dal destino, approda a un finale lieto.

A metà dicembre si terrà la prima presentazione ufficiale dell’antologia, moderata dal giornalista Rino Orsatti.

Il quinto racconto è quello di Loredana Di Giampaolo: “Storia d’amore di Filo e Kalìa”.

Loredana Di Giampaolo, laureata in Lettere Classiche presso l’Università degli Studi di Chieti, è stata insegnante di greco e latino nel Liceo Classico “M. Delfico” di Teramo, ed è ora Dirigente Scolastico dell’IIS “Delfico-Montauti” e del Convitto Nazionale “M. Delfico”. È docente di “Cultura del mondo classico” per la Facoltà di Scienze della Comunicazione dell’Università degli Studi di Teramo nell’ambito del Master di I livello in “Modelli didattici e innovazioni tecnologiche per l’insegnamento”, e del Corso di Perfezionamento in “Didattica, integrazione e innovazione”.  Per la stessa facoltà ha insegnato nel Workshop “Forme della narrazione dal mito agli Hunger Games”. Nel 2012 è stata insignita del Premio Donna dall’Associazione Culturale Teramo Nostra. È sposata con Umberto Cantarelli e ha due figli, Francesca e Andrea.

On line il racconto di Mattia Albani: “Amarena chic”, Sara De Santis: “Geometria amorosa. Di coni, rette e altri incidenti…”, di Roberta Di Sante: “Il chioschetto sul lago” e di Paolo Marinucci: “Fra & Ciok”.

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi