Garrufo di Sant’Omero. Cerimonia di premiazione della XIV edizione Premio Sgattoni, venerdì 2 agosto. Conduce la serata Sandro Galantini

30 luglio 2019 21:010 commentiViews: 142

Si svolgerà venerdì 2 agosto, a Garrufo di Sant’Omero, con inizio alle ore 21.30, la cerimonia di premiazione della quattordicesima edizione del concorso letterario racconto breve, dedicato all’intellettuale teramano Giammario Sgattoni, e promosso dalla associazione Pro Loco di Garrufo.

1962. Giammario Sgattoni (Garrufo, 1931-Teramo, 2007).

1962. Giammario Sgattoni (Garrufo, 1931-Teramo, 2007). Foto Archivio

L’edizione di quest’anno, sul tema “I racconti della valigia. Storie di viaggi reali o immaginari”, è stata vinta da Menotti Sergio Di Diodoro, di Giulianova (Te), con il racconto “Viaggio verso un giorno di aprile”; seconda si è classificata Ivana Barbara Torto, di Bucchianico (Ch), con “Una favola degli anni Settanta a Sant’Omero”; e terzo, Davide Maceroni di Avezzano (Aq), con “Una valigia di carta”.

La giuria, presieduta dal giornalista Rai Antimo Amore, ha assegnato altri due riconoscimenti: il Premio al miglior Autore giovane, di età compresa tra i 18 e i 35 anni, a Eliana Giraudo, di Borgo San Dalmazzo, in provincia di Cuneo; e il Premio al miglior Autore giovane, di età compresa tra i 14 e i 17 anni, a Beatrice Saccomandi, di Notaresco (Te). In quest’ultima categoria, sono stati segnalati gli elaborati di: Alice Valente di Villamagna (Ch), e della classe terza del Liceo Economico-Sociale “Saffo”, di Roseto degli Abruzzi (Te).

Quest’anno, il “Premio per la cultura”, consistente in un piatto in ceramica, realizzato dalla Piccola Opera Charitas di Giulianova, andrà a Lucilla Sergiacomo. Autrice della storia della letteratura italiana I volti della letteratura (Paravia 2005-2007, voll. 7), ha pubblicato saggi in volume su Flaiano, Gadda, Svevo, oltre a studi su narratori abruzzesi. È stata vicepresidente dei “Premi Internazionali Flaiano”, membro della Giuria dei “Premi Internazionali Flaiano” di Letteratura e Teatro, e vicepresidente dell’Istituto di Studi crociani e del Centro Studi dannunziani.

La serata del 2 agosto verrà dedicata al poeta e critico letterario Vito Moretti, scomparso il 9 febbraio scorso, al quale nel 2018 fu consegnato il primo “Premio alla cultura”. A lui è stata intitolata la pubblicazione, edita da Solfanelli e curata da Simone Gambacorta, che raccoglie scritti critici sulla sua opera, nel tempo pubblicati da vari autori, sul quotidiano teramano “La Città”.

Verrà, inoltre, presentato il libro Giammario Sgattoni: la voce del cantore delicato (Ed. Macabor, di Francavilla Marittima, in provincia di Cosenza), curato da Bonifacio Vincenzi, con scritti di Pietro Civitareale, Simone Gambacorta, Andrea Giampietro, Ottaviano Giannangeli, Massimo Pamio, Renato Parente, Luigi Ponziani, Giuseppe Rosato, Marcello Sgattoni ed Enrico Di Carlo.

La serata sarà condotta dal giornalista e storico Sandro Galantini.

 

 

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi