L’Aquila. La Scienza in Valigia è finalmente libro! Successo per la presentazione del 25 maggio

28 maggio 2019 20:480 commentiViews: 4

 

Sabato 25 maggio 2019 la presentazione dell’autore Marco Santarelli a “Volta la carta. Libri e non solo”

Copertina libro La Scienza In Valigia. Marco Santarelli

“La Scienza procede per tentativi. La Scienza è un racconto di magia e creatività. Dentro una valigia che si apre ad ogni scoperta. Con il libro La Scienza In Valigia insieme al nostro Mago di Cartone vi guideremo dentro mondi inesplorati della scienza con esperimenti e coinvolgimento. Saremo semplici, lineari e per tutti. PROMESSO!”.

Così Marco Santarelli, Direttore Scientifico di ReS On Network di Londra e della Fondazione Margherita Hack e docente universitario, descrive il libro scritto in omaggio all’astrofisica italiana Margherita Hack con cui è nato il progetto di divulgazione scientifica dalle mille sfaccettature La Scienza In Valigia.

Dopo il grande successo televisivo del format tv su Marcopolo (dgt e SKY), sabato 25 maggio l’autore Marco Santarelli infatti ha presentato il secondo atto del progetto: il libro “La Scienza In Valigia” (Edizioni Arkhè, L’Aquila), proposto all’interno della 5° edizione della manifestazione culturale “Volta la carta. Libri e non solo”, che si è tenuta al Palazzetto dei Nobili a L’Aquila.

L’evento è stato moderato dalla giornalista Pina Manente e oltre all’autore, sono intervenuti il disegnatore Fabrizio Del Monaco e l’editore Paolo Leone della Casa Editrice Arkhé de L’Aquila.

Con un’intervista inedita a Margherita Hack in apertura, il libro ripercorre momenti salienti della storia della scienza seguendo un filo temporale, ma senza una logica precisa, attraverso il racconto del personaggio de Il Mago di Cartone, nel suo viaggio nel tempo dal Big Bang ai nostri giorni.

L’incontro di Margherita Hack e Marco Santarelli con Arkhé risale al 2011, quando, come ha ricordato Paolo Leone nel corso della presentazione, hanno partecipato insieme alla 1a edizione di Volta la Carta. Dopo la scomparsa della Hack, Santarelli voleva omaggiarla con un progetto che rispecchiasse il modo dell’astrofisica di pensare la scienza ed é nata così la collaborazione con la casa editrice aquilana e con Fabrizio Del Monaco. Il disegnatore, che proviene dalla Scuola Internazionale di Comics ed è attualmente docente alla Scuola di Fumetto Marche, ha accolto la sfida e si è prestato con entusiasmo e dedizione al progetto, seguendo anche spesso di persona le tappe dello spettacolo musicale in giro per l’Italia.

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi