“ABRUZZESI A GORIZIA VISITANO LA MOSTRA DEL PITTORE LIN DELIJA VISSUTO A ANTRODOCO”

9 aprile 2019 19:270 commentiViews: 5

La biblioteca statale isontina di Gorizia un esempio nella promozione dell’arte

 

Foto di Livio Caruso.

 

Nel quadro delle attività culturali la Libera Associazione Abruzzesi Trentino Alto Adige, presieduta da Sergio Paolo Sciullo della Rocca, Ambasciatore d’Abruzzo nel Mondo, ha organizzato una gita culturale in Croazia, Slovenia e zone dell’Isonzo in occasione del centenario dell’impresa fiumana guidata dell’abruzzese Medaglia d’Oro al Valore Militare Gabriele d’Annunzio. In questa occasione gli abruzzesi, dopo avere visitato Ronchi dei Legionari, Trieste, Rijeka, kobarid, il carso, il Sacrario di Redipuglia e Monte Grisa per la preghiera ai caduti di tutte le guerre e su tutti i fronti, la delegazione, ha visitato a Gorizia la mostra inerente al pittore albanese Lin Delija che visse per molti anni ad Antrodoco nell’Abruzzo Ulteriore località questa dove ritrasse anche Santa Madre Teresa di Calcutta sua connazionale. In questa circostanza Sciullo della Rocca, è stato accolto dal Direttore della Biblioteca Statale Isontina di Gorizia Marco Menato, dai collaboratori Livio Caruso, Erica Putin e Isabella Macorig. Al termine della visita durata oltre due ore, nella sua breve allocuzione di saluto ai convenuti, ha espresso il suo ringraziamento per l’invito a Armando Nicoletti mecenate di questo grande artista di cui ne ha divulgato la conoscenza e donato opere a più Enti e Stati nel mondo, è seguito poi l’apprezzamento a Livio Caruso e Marianna Acerboni per l’impostazione della mostra, il coordinamento editoriale e la critica, rivolgendo altresì un vivo elogio al Direttore Menato per l’impostazione tecnica data al catalogo della mostra che ad oggi risulta essere il primo vero catalogo realizzato sulle opere del maestro Lin Delija nel quadro della biblioteconomia. La competenza tecnica dimostrata dagli addetti alla Biblioteca Statale Isontina, per approntamento e impostazione storico documentale la rende un autentico polo culturale anche per il compito educativo che svolge egregiamente  nel settore dell’arte.

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi