Teramo. Prefettura: notte di San Silvestro, solo botti pirotecnici in sicurezza.

29 dicembre 2018 18:560 commentiViews: 14

 

 

Come ogni anno, nel corso delle festività natalizie e con l’approssimarsi della notte di San Silvestro, si intensifica l’accensione dei prodotti pirotecnici da parte dei cittadini. E’ una pratica ancora molto diffusa sul territorio che, nonostante sia soggetta a rigorose norme sulla commercializzazione e sull’impiego dei prodotti, troppo spesso si svolge con modalità inappropriate e senza alcuna cautela o precauzione, tanto da determinare conseguenze spesso gravi per la pubblica e privata incolumità.

Foto Archivio – Campagna della CRI del 2017

 

E’ necessario quindi sensibilizzare i cittadini sull’utilizzo consapevole degli articoli pirotecnici,  invitandoli a non utilizzare o a limitare al massimo l’uso dei c.d. “botti” ed a privilegiare tutt’al più l’impiego di prodotti meno invasivi e pericolosi.

L’utilizzo di tali artifizi è da evitarsi nei luoghi di aggregazione o comunque in tutti quelli affollati, nelle aree a rischio di propagazione degli incendi, nei pressi di Ospedali, scuole e luoghi di culto, nelle vicinanze di monumenti, edifici o aree a valenza storica, archeologica, architettonica, naturalistica o ambientale.

Massima attenzione, inoltre, dove essere rivolta alla presenza di bambini o di altri soggetti deboli, che devono essere tenuti sempre in condizioni di sicurezza ed a debita distanza da chi fa uso dei fuochi.

I cittadini sono invitati, altresì, al massimo rispetto dei provvedimenti eventualmente assunti dai Sindaci sull’argomento.

Si tratta di raccomandazioni ispirate al buonsenso, che tendono ad evitare che le festività siano funestate da incidenti dovuti alla mancata adozione di ogni necessaria cautela o accorgimento preventivo, laddove non si voglia rinunciare a botti e fuochi d’artificio per festeggiare il nuovo anno.

Si riportano di seguito le ulteriori misure precauzionali indicate dai Vigili del Fuoco

Precauzioni da adottare

  • rimuovere dai balconi tende, teli di plastica, scope, contenitori di carta o plastica, tappeti, panni stesi e qualsiasi altro materiale combustibile che potrebbero incendiarsi a causa di botti e fuochi d’artificio accesi nelle vicinanze;
  • non indirizzare mai i fuochi verso balconi, finestre, bidoni della spazzatura, auto e addobbi natalizi;
  • non collocare mai i fuochi d’artificio nelle vicinanze di luoghi abitati o a ridosso di depositi di paglia, di grano, di fienili e di boschi;
  • in caso di vento evitare di sparare quelli a razzo e comunque non lanciarli mai controvento;
  • non accendere mai i fuochi dentro gli appartamenti, sui balconi, in prossimità di altre abitazioni, automobili e siti a rischio d’incendio;
  • onde evitare possibili incidenti, i fuochi devono sempre stare a debita distanza dagli spettatori (se posizionati a terra a non meno di 15 metri, se sparati con sistema a razzo, a non meno di 30 m dalla zona di sparo).

Modalità di utilizzo

accendere gli artifizi uno alla volta, tenendo gli altri fuochi lontano ed al riparo da eventuali scintille;

– la miccia va accesa allungando il braccio e tenendo il fuoco a distanza dal busto e dal viso;

– non toccare mai botti inesplosi o abbandonati, potrebbero esplodere all’improvviso;

– non acquistare botti e fuochi d’artificio clandestini, malfunzionanti e pericolosi;

– per evitare che le scintille incendino gli abiti, non indossare giacconi o maglioni di pile o fibra sintetica, né indumenti acetati come le tute sportive;

– i fuochi, le cui micce si spengono, non devono essere toccati per almeno 30 minuti. In caso di malfunzionamento o di funzionamento parziale, non verificarne mai le cause accostando il viso all’oggetto o afferrandolo con le mani. E’ sempre bene evitare la riaccensione dell’artifizio, provvedendo a bagnarlo con acqua prima di rimuoverlo dopo il sopra indicato periodo di tempo;

– una volta finito di sparare i fuochi, occorre vigilare per qualche decina di minuti che le scintille o le braci residue non abbiano innescato materiali combustibili;

Modalità di conservazione

I fuochi vanno tenuti:

– lontano da fonti di calore, fiamme libere, dall’umidità, da sostanze infiammabili e materiali combustibili;

– in luoghi sicuri e asciutti, riposti in piccole quantità in armadi metallici (e non in legno o in plastica), possibilmente con messa a terra per evitare incendi o il rischio di cariche elettrostatiche;

– in spazi ben areati e separati dai luoghi ove sostano persone;

E’ necessario evitare di trasportare materiale pirotecnico in macchina e, comunque, nell’abitacolo. Mai tenerlo nelle tasche e nelle borse. Usare invece scatole di cartone o sacchetti;

Distruzione dei fuochi

La distruzione di artifizi a base di polvere nera, come i fuochi d’artificio, può avvenire per annegamento in acqua, così da sciogliere i sali costituenti la miscela pirotecnica, per un tempo sufficiente e comunque almeno un’ora per i fuochi di libera vendita.

L’operazione è efficace se gli involucri sono di carta o cartone, non è garantita se sono di plastica.

 

Teramo, 28 dicembre 2018

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi