“365 Giorni 25 Novembre” La Cpo di Giulianova incontra gli studenti e pianta un albero nel giardino dedicato ad Ester Pasqualoni alla scuola media Bindi

1 dicembre 2018 15:380 commentiViews: 10

In Sala Buozzi grande emozione per la testimonianza di una donna uscita da una storia di violenza

CPO Giulianova 2018 (25 novembre)

 

 

GIULIANOVA – “365 giorni 25 novembre” è stato il titolo scelto dalla Commissione Pari Opportunità del Comune di Giulianova per celebrare, quest’anno,  la Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, che ha visto l’organizzazione di due “momenti” volti a sensibilizzare l’intera cittadinanza su un tema di drammatica attualità.

L’evento di venerdì 23 novembre, tenutosi all’interno dell’Aula Magna dell’Istituto Comprensivo 2 di Giulianova alla scuola media “V.Bindi”, ha visto come protagonisti i ragazzi delle terze classi della scuola superiore di primo grado.

L’incontro-dibattito con l’assistente sociale Federica Di Gregorio del Centro Antiviolenza“La Fenice” diTeramo promosso e gestito dalla Provincia, ha affrontato il problema della violenza femminile con particolare attenzione alle diverse “forme” e agli “strumenti” disponibili per difendersi (ascolto, counseling, assistenza legale).

Al termine dell’incontro, gli stessi ragazzi hanno piantumato all’interno del giardino sensoriale della scuola intitolato alla dottoressa Ester Pasqualoni un albero di pepe rosa donato dalla stessa Cpo di Giulianova.

Nella seconda giornata, svoltasi il 25 novembre alla Sala Buozzi di Giulianova, si è svolto il convegno con la partecipazione della psicologa Cristina Bellocchio (La FeniceTeramo) che ha illustrato i risultati dell’attività svolta (numero di casi, tipologie, ecc.) riferibili all’area di Teramo e provincia, e della psicologa Sabrina Bellacosa (Sportello Antiviolenza CRI Giulianova) che ha esposto i dati relativi alla zona di Giulianova/comuni costieri e Val Vibrata. Sono inoltre intervenute la Presidente della Cpo della Provincia di Teramo Tania Bonnici Castelli, che ha illustrato il progetto antiviolenza “Artemisia” che mette in rete 63 farmacie della provincia di Teramo che diventano primi sportelli di aiuto e informazione per le donne maltrattate e abusate, primo esperimento in Abruzzo. All’incontro hanno preso parte anche la consigliera provinciale Ambra Foracappa che hanno esposto tutte le iniziative promosse dalle rispettive istituzioni, la presidente della Cpo di Giulianova Marilena Andreani, l’ex vice sindaco ed assessore alle Pari Opportunità Nausicaa Cameligli ex consiglieri comunali Margherita Trifoni ed Jwan Costantini,l’assessore  regionale Giorgio D’Ignazio, l’assessore del Comune di Mosciano Sant’Angelo Daniela Ferrante e la dottoressa Tiziana Di Bernando della Farmacia Del Leone di Giulianova, la quale si è detta orgogliosa di aver aderito al progetto “Artemisia”, affinché anche il personale delle farmacie possa essere di aiuto alle donne vittime di violenza.

Particolare attenzione ed emozione ha suscitato la testimonianza di una donna vittima di violenza, che, attraverso il supporto dei collaboratori del Centro “La Fenice”, ce l’ha fatta ad uscire dalla spirale di violenza fisica e psicologica nella quale si è ritrovata. Tanto è stato il coinvolgimento emotivo che il pubblico presente in sala si è alzato in piedi per applaudirla. Ha moderato l’incontro la giornalista Mirella Lelli.

In allegato foto di gruppo del convegno del 25 novembre in sala Buozzi

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi