Giulianova. Visita del sindaco ai carabinieri aggrediti da un cittadino senegalese il 23 luglio scorso.

2 Agosto 2018 17:100 commentiViews: 13

Il sindaco Francesco Mastromauro nel primo pomeriggio di oggi, 2 agosto, ha
incontrato nel Comando Compagnia di via XXIV Maggio i cinque carabinieri
rimasti feriti nella colluttazione con un cittadino di origini senegalesi
che i militi stessi, intervenendo lo scorso 23 luglio su richiesta della
moglie per le minacce rivolte ai figli della coppia e per lo stato
d’alterazione del coniuge, avevano condotto in ospedale.

Carabinieri e Sindaco di Giulianova

Qui il
cittadino di origini senegalesi, dopo un primo momento in cui era stato
sedato, aveva reagito scagliandosi appunto con calci e pugni contro i
militari dell’Arma danneggiando anche le auto di servizio.
“Subito dopo aver appreso la notizia – dichiara il sindaco – ho chiamato il
comandante Vincenzo Marzo per informarmi della salute dei militari
aggrediti e per esprimere tutta la mia solidarietà e quella
dell’Amministrazione all’Arma, a me particolarmente cara in quanto
nipote di carabiniere. E con il maggiore Marzo sono rimasto costantemente
in contatto chiedendogli se e quando avrei potuto incontrali. Oggi, che è
il giorno in cui mi è stata data questa possibilità, sono dunque qui a
rinnovare i sentimenti di stima e riconoscenza ai cinque militi aggrediti
e a tutti i carabinieri impegnati quotidianamente per la sicurezza di
ognuno di noi. Donne e uomini che non si risparmiano, spesso con immani
sacrifici personali e pagando come in questo caso con la incolumità
fisica, e che rappresentano punti di riferimento insostituibili per
l’intera collettività”.

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.<br/>Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi