Bellante. RIPATTONI ARTE 2018. LA RETE TRA CONTENIMENTO E PROPAGAZIONE

22 luglio 2018 16:270 commentiViews: 100

 

Ripattoni 2018 è una settimana di eventi e avvenimenti per riflettere sulla creatività e la nascita delle idee. Una manifestazione di approfondimento culturale multidisciplinare, il cui filo conduttore è la “RETE”.  Il termine racchiude in sé una serie di concetti che ne esplorano diverse declinazioni. Agli artisti il compito di interpretare la concezione di “rete” secondo le diverse discipline tecnico/visive, con un proprio contributo originale e inedito.

Ripattoni 2018

La Rete e le Reti hanno avuto nel tempo identificazioni diverse: dalle relazioni umane, artistiche, tecnologiche, alle future possibili evoluzioni, evocando allo stesso tempo contenimento e propagazione.

RIPATTONIARTE 2018, analizzata la Rete nelle sue molteplici forme: dalle moderne interconnessioni della comunicazione multimediale alle contaminazioni tra diverse culture o perfino, nella sua accezione negativa, come una gabbia che imprigiona l’individuo.

Dalle Reti che ingabbiano e imprigionano alle reti della solidarietà, con lo strumento dell’Arte, del Design della Video arte, dalle nuove frontiere delle Arti Grafiche e della Fotografia fino alle attuali espressioni di Arte Digitale, per affrontare argomenti diversi in un PERCORSO d’Arte catalizzatore di idee, opere, emozioni, persone.

Doveroso l’omaggio a Guido Montauti nel centenario della nascita dell’artista teramano con una personale “diffusa”, dal  6 giugno al 31 agosto che sarà ospitata in quattro comuni: BELLANTE, FANO ADRIANO, PIETRACAMELA, ROSETO e che a Ripattoni trova una perfetta collocazione nella location di Palazzo Saliceti.

Torna la collaborazione con il liceo Artistico di Teramo e con i ragazzi autori dell’installazione dal titolo “NELLA RETE”. Una collaborazione nata nell’edizione precedente, che coinvolge il Liceo, ragazzi e docenti.

Importante e variegata anche l’offerta musicale con un corposo programma di concerti e djset frutto della preziosa collaborazione con le storiche associazioni Bellantarte e Agorà.

E ancora workshop per ragazzi e salotti letterari ad arricchire l’offerta culturale di questa edizione cui si aggiunge, per i più tecnologici, la possibilità di fruire di contenuti audio con un’APP scaricabile e un QR identificativo.

Il Direttore Artistico, per il sesto anno consecutivo, è Gianni Melozzi. L’offerta culturale e gli eventi organizzati sono il risultato di un lavoro svolto e sviluppato nel corso di mesi. Senza il contributo e l’entusiasmo di questa piccola comunità di volontari, artisti e residenti, la ProLoco innanzitutto, non si potrebbe realizzare nulla di ciò che sarà possibile vedere. Oltre a loro, il buon esito della manifestazione lo si deve al BIM e alla Fondazione TERCAS in primo luogo, e alle AZIENDE sponsor che hanno reso possibile, anche quest’anno, di poter fruire della bellezza nel Borgo di Attone.

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi