Giulianova. Un giardino per Ester. Alla scuola media “Bindi” un giardino fiorito ed una targa per ricordare la dottoressa Pasqualoni

7 giugno 2018 18:550 commentiViews: 50

GIULIANOVA –Questa mattina,  alle 10 e 30, nel cortile della scuola media “Bindi” di Giulianova, accompagnata dalle struggenti note di un violino e dalle parole di una poesia sulla primavera, si è  svolta la cerimonia di scopertura di una targa commemorativa dedicata al ricordo dell’oncologa  Ester Pasqualoni, uccisa il 21 giugno 2017 nel parcheggio dell’ospedale di Sant’Omero. A far da sfondo alla targa un meravigliosogiardino fiorito realizzato e curato dagli studentidocenti e dai volontari dell’associazione “Brucare Onlus”. L’iniziativa è stata ideata dall’Istituto Comprensivo Giulianova 2 con il Comune di Giulianova e la Commissione Pari Opportunità giuliese. La dirigente scolastica Angela Plalini, insieme alla professoressa Santina Di Domenicoreferente del progetto, all’assessore alla Pubblica Istruzione Nausicaa Cameli e alla presidente della Cpo di Giulianova Marilena Andreani ha presentato il progetto sottolineando l’importanza simbolica del “prendersi cura” e non solo della scuola e dei temi dell’amicizia e della memoria: i ragazzi e i professori si prenderanno cura di questo giardino, rendendolo ancor più ricco e rigoglioso, affinché la memoria della dottoressa Ester Pasqualoni, il suo buon cuore, la sua missione professionale, restino sempre vivi nei cuori di tutta la comunità. Sulla targa, realizzata a nome delle classi terze della “Bindi”, è riportata una poesia di Ada Negri che recita così : “Schiudete i cuori: in essi erompa intera di questo dì l’eterna giovinezza; io passo e canto che vita è bellezza…” passa e canta con me la primavera. A precedere la scopertura della targa una melodia suonata con il violino da una studentessa, la lettura di una poesia e del tema con cui gli studenti della “Bindi”  hanno partecipato alla prima edizione del premio letterario “Ester Pasqualoni”ideato dalla Commissione Pari Opportunità di Giulianova. A scoprire la targa è stato uno studente. I presenti hanno potuto ammirare anche una mostra di disegni sui temi della primavera e dell’amicizia ed assistere ad un concerto dei musicisti della banda della scuola.

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi