Abruzzo, Cultura & Società, In rilievo, Teramo e Provincia

Garrufo di Sant’Omero. La cilena Sally Sade Lattanzi e il mantovano Vanni Camurri sono i vincitori della tredicesima edizione del premio letterario “Sgattoni”

XIII EDIZIONE PREMIO SGATTONI RACCONTO BREVE

 

La cilena Sally Sade Lattanzi e il mantovano Vanni Camurri sono i vincitori della tredicesima edizione del premio letterario racconto breve, intitolato all’intellettuale teramano Giammario Sgattoni, promosso dalla Pro Loco di Garrufo di Sant’Omero, in provincia di Teramo, rispettivamente per le sezioni: ‘abruzzesi residenti all’estero’ e ‘residenti in Italia’. Il tema scelto per questa edizione è stato “Il Natale nel cuore. Le tue memorie”.

Sally Sade Lattanzi di Coyhaique, città della Patagonia, di circa sessantamila abitanti, lungo la Cordigliera delle Ande, ha origini materne di Pescina, il paese del cardinale Mazzarino e dello scrittore Ignazio Silone, distrutto dal terremoto della Marsica del 1915. Sally è architetto e gira il mondo realizzando murales. Ha partecipato allo “Sgattoni” con il racconto dal titolo “Il legame della neve”. Vince un soggiorno in Abruzzo comprensivo di viaggio aereo, transfer e pensione completa per tre notti, offerto dal Consiglio Regionale degli Abruzzesi nel Mondo – C.R.A.M. – Regione Abruzzo; e una medaglia in argento 925% offerta e realizzata a mano dai Maestri Orafi Fabio e Giampiero Verna, di Pescara, con l’antica tecnica dell’incisione e fusione a cera persa, raffigurante in rilievo, da un lato, la “Presentosa”, gioiello tipico e tradizionale della regione Abruzzo.

Vanni Camurri, di Bagnolo San Vito, piccolo comune del Mantovano, delimitato dai fiumi Po e Mincio, è autore di punta di diversi concorsi letterari italiani. Al Premio Sgattoni ha partecipato con il racconto dal titolo “Lumi di Natale”. Vince un soggiorno per due persone, per due notti, a Castelli (Te), patria della ceramica, tra i borghi più belli d’Italia, presso l’Hotel Art’é dove avrà, inoltre, la possibilità di dipingere, a tema libero, due piatti in ceramica (uno per sé e l’altro per la Pro Loco di Garrufo), all’interno dello stesso Hotel-Laboratorio, seguito dai Maestri Nino e Giantommaso Di Simone.

La giuria, composta da Antonello Antonelli (docente e giornalista) in qualità di presidente, Maria Colella, Franca De Santis, Eliodoro Di Battista (segretario), Giovanna Frastalli, Amadio Galiffa e Davide Lucantoni, ha inoltre assegnato i seguenti premi, per la sola sezione riservata ai residenti in Italia: secondo classificato Matteo Di Natale, di Controguerra (Te), con il racconto La chiave dei ricordi; terzo classificato Menotti Sergio Di Diodoro, di Giulianova (Te), con il racconto Ultimo Natale a Bouille. Altri riconoscimenti sono andati a Davide Maceroni, di Avezzano (Aq), con La notte delle lanterne, quale miglior autore abruzzese; Nicolino Farina, di Campli (Te), con Il Presepe di casa mia, per aver saputo meglio esprimere la ‘magia’ del presepe; e Andreina Moretti, di Roseto degli Abruzzi (Te), con Buon Natale a tutti, per aver meglio ricostruito storicamente una ricetta natalizia abruzzese.

La giuria non ha assegnato il premio all’autore più giovane (al di sotto dei 35 anni compiuti) miglior classificato.

La giuria ha, inoltre, escluso nella sezione “abruzzesi residenti all’estero” un racconto in quanto inviato due minuti dopo il termine utile per la partecipazione.

La cerimonia di premiazione si svolgerà la sera del 2 agosto prossimo, a Garrufo di Sant’Omero, nel corso della serata inaugurale della X Rassegna umoristica “Sorridi con gusto”, condotta, come di consueto, dallo storico Sandro Galantini.

Un premio speciale andrà agli alunni delle scuole elementari di Garrufo e Sant’Omero per aver partecipato a una sezione del Premio Sgattoni a loro riservata.

print
Condividi:

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.