L’Isola delle reti Energia senza fili: il futuro parte da Stresa nel segno della  sostenibilità e della prevenzione

19 marzo 2018 20:330 commentiViews: 54

Venerdì 23 marzo, ore 11.00, Sala Canonica del Comune di Stresa

Piazza Giacomo Matteotti, 6, presentazione alla stampa del progetto

Dopo la missione alle  Svalbard  di cui vi abbiamo di recente raccontato, la tecnologia ElasticEnergy  è pronta per una nuova sfida, quella delle  isole , territori dall’equilibrio delicato, particolarmente sensibili alle conseguenze dei cambiamenti climatici.

Venerdì  23 marzo , a  Stresa , il team composto da esponenti dell’ istituto di ricerca ReS On Network  e l’ Amministrazione comunale  presenteranno il progetto  Isola delle Reti . L’obiettivo del progetto, il cui cuore è proprio ElasticEnergy, è l’ autosufficienza energetica dell’Isola dei pescatori , che si pone come caso pilota replicabile su larga scala, attraverso l’utilizzo di un sistema di  energia senza fili che sfrutta solo fonti ambientali e naturali.

Il futuro dell’energia elettrica comincia da Stresa. Ma l’Isola delle reti non è solo energia. Attraverso uno studio accurato di intelligence per la raccolta dati, il progetto ha infatti importanti ricadute anche nella gestione e prevenzione delle emergenze e delle situazioni di crisi.  Sostenibilità e prevenzione del rischio  si incontrano quindi sull’Isola delle reti.
Inoltre, il progetto prevede una serie di interventi che trasformeranno l’isola da passiva ad attiva, consentendo all’amministrazione locale una gestione piú efficiente del proprio territorio. Tra gli altri interventi, il team di ricerca  analizzerá il  sistema di smaltimento dei rifiuti solidi ,  effettuerá la  diagnosi energetica  delle strutture presenti sull’isola, raccoglierà e studierà i dati dei  flussi turistici  al fine di elaborare curve predittive, analizzerá l’ erosione delle coste  e i rischi naturali, oltre che i dati morfologici e della popolazione, con l’obiettivo di elaborare strumenti di previsione e allerta, dotazioni di emergenza per le isole, piani di evacuazione, sistemi antiterrorismo e strategie di mitigazione del rischio.
L’isola dei pescatori diventerà cosí un  laboratorio di innovazione  dove sperimentare saperi e tecnologie che potranno diventare  modelli da esportare  in territori con simili criticità.

A presentare il progetto saranno  Marco Santarelli ,  direttore scientifico ReS On Network  – Intelligence and Global Defence Institute (Londra) e  Giuseppe Pittari  che per lo stesso istituto di ricerca si occupa di progetti speciali.

Interverranno anche il  sindaco di Stresa, Giuseppe Bottini  e l’ assessore alla Cultura e Ambiente, Albino Scarinzi .

la conferenza stampa sarà anche in  diretta streaming  sulla  pagina Facebook di ReS On Network .

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi