Teramo. Esposizione Bandiera della Diversità Linguistica: 21 FEBBRAIO, GIORNATA INTERNAZIONALE LINGUA MADRE

20 Febbraio 2018 20:160 commentiViews: 67
Teramo.-  Il prossimo mercoledì 21 febbraio ricorre la Giornata Internazionale della Lingua Madre per promuovere la diversità linguistica e culturale e il multilinguismo, e più in generale la biodiversità.
La data è stata individuata per ricordare il 21 febbraio 1952, quando diversi studenti bengalesi dell’Università di Dacca, specialmente della Facoltà di Medicina e Scienze Politiche, furono uccisi dalle forze di polizia del Pakistan (che allora comprendeva anche il Bangladesh) mentre protestavano per il riconoscimento del bengalese come lingua ufficiale.

Bandiera diversità linguistica

Quest’anno il tema è  “Preservare la diversità linguistica e promuovere il plurilinguismo per appoggiare gli Obiettivi dello Sviluppo Sostenibile”.
La Giornata Internazionale della lingua madre 2018 appoggia l’obiettivo 4.6 dell’Agenda 2030: “Assicurare che tutti i giovani e una parte considerevole di adulti, sia uomini e sia donne, siano alfabetizzati e abbiano nozioni elementari di aritmetica” nelle proprie lingue madri. Questo obiettivo è specialmente indirizzato alle bambine e alle donne delle minoranze linguistiche che non hanno accesso all’istruzione poiché non erogata nella loro lingua di comunicazione e comprensione.
L’Università di Teramo ha sempre mostrato vicinanza ai temi dei diritti linguistici sostenendo tutte le dieci edizioni delle Giornate dei Diritti linguistici (2007-2016) nonché il I Congresso Mondiale dei diritti linguistici nel 2015.
In virtù di questa logica, a nome dell’Associazione LEM-Italia, e di Amnesty International Sezione Italiana, gruppo 286 di Teramo, la linguista Renata De Rugeriis, nella sua qualità di presidente dell’Associazione LEM-Italia, e referente locale di Amnesty International, rivolge l’invito a tutti gli studenti, alla cittadinanza, e a tutti gli interessati a partecipare alla esposizione della bandiera della Diversità linguistica già presentata alla comunità scientifica all’ONU, Ufficio delle Nazioni Unite a Ginevra, lo scorso mese di dicembre ricevendo il plauso dei delegati.
La cerimonia, della durata di circa 30 minuti, prevede un breve saluto del rettore Luciano D’Amico con a seguire un’introduzione alla Giornata Internazionale della lingua madre, alla presenza degli organi di stampa, con la illustrazione della bandiera a cura del prof. Giovanni Agresti, seguita da esposizione su asta nella facciata dell’ateneo con diffusione presso tutti i centri media dell’ateneo e della provincia e comune.
Il luogo di incontro sarà presso l’Aula Magna dell’Ateneo, alle ore 10.30.
Il gruppo locale di Amnesty International sarà presente per sostenere l’iniziativa e per offrire informazioni sullo stato dei diritti umani in Italia.
In allegato l’immagine della Bandiera della Diversità Linguistica dove è rappresentata anche la lingua dei segni.
L’invito è esteso anche alla Fondazione dell’Università di Teramo, al Centro linguistico di Ateneo, e a tutti i Presidi e colleghi linguisti, nonché ai Prorettori della Ricerca, prof. Dino Mastrocola e dell’Internazionalizzazione, prof.ssa Paola Pittia, e ai docenti e dirigenti degli istituti di istruzione secondaria e primaria del comune di Teramo.
print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi