Cultura & Società, Teramo e Provincia

Teramo. Esposizione Bandiera della Diversità Linguistica: 21 FEBBRAIO, GIORNATA INTERNAZIONALE LINGUA MADRE

Teramo.-  Il prossimo mercoledì 21 febbraio ricorre la Giornata Internazionale della Lingua Madre per promuovere la diversità linguistica e culturale e il multilinguismo, e più in generale la biodiversità.
La data è stata individuata per ricordare il 21 febbraio 1952, quando diversi studenti bengalesi dell’Università di Dacca, specialmente della Facoltà di Medicina e Scienze Politiche, furono uccisi dalle forze di polizia del Pakistan (che allora comprendeva anche il Bangladesh) mentre protestavano per il riconoscimento del bengalese come lingua ufficiale.
Quest’anno il tema è  “Preservare la diversità linguistica e promuovere il plurilinguismo per appoggiare gli Obiettivi dello Sviluppo Sostenibile”.
La Giornata Internazionale della lingua madre 2018 appoggia l’obiettivo 4.6 dell’Agenda 2030: “Assicurare che tutti i giovani e una parte considerevole di adulti, sia uomini e sia donne, siano alfabetizzati e abbiano nozioni elementari di aritmetica” nelle proprie lingue madri. Questo obiettivo è specialmente indirizzato alle bambine e alle donne delle minoranze linguistiche che non hanno accesso all’istruzione poiché non erogata nella loro lingua di comunicazione e comprensione.
L’Università di Teramo ha sempre mostrato vicinanza ai temi dei diritti linguistici sostenendo tutte le dieci edizioni delle Giornate dei Diritti linguistici (2007-2016) nonché il I Congresso Mondiale dei diritti linguistici nel 2015.
In virtù di questa logica, a nome dell’Associazione LEM-Italia, e di Amnesty International Sezione Italiana, gruppo 286 di Teramo, la linguista Renata De Rugeriis, nella sua qualità di presidente dell’Associazione LEM-Italia, e referente locale di Amnesty International, rivolge l’invito a tutti gli studenti, alla cittadinanza, e a tutti gli interessati a partecipare alla esposizione della bandiera della Diversità linguistica già presentata alla comunità scientifica all’ONU, Ufficio delle Nazioni Unite a Ginevra, lo scorso mese di dicembre ricevendo il plauso dei delegati.
La cerimonia, della durata di circa 30 minuti, prevede un breve saluto del rettore Luciano D’Amico con a seguire un’introduzione alla Giornata Internazionale della lingua madre, alla presenza degli organi di stampa, con la illustrazione della bandiera a cura del prof. Giovanni Agresti, seguita da esposizione su asta nella facciata dell’ateneo con diffusione presso tutti i centri media dell’ateneo e della provincia e comune.
Il luogo di incontro sarà presso l’Aula Magna dell’Ateneo, alle ore 10.30.
Il gruppo locale di Amnesty International sarà presente per sostenere l’iniziativa e per offrire informazioni sullo stato dei diritti umani in Italia.
In allegato l’immagine della Bandiera della Diversità Linguistica dove è rappresentata anche la lingua dei segni.
L’invito è esteso anche alla Fondazione dell’Università di Teramo, al Centro linguistico di Ateneo, e a tutti i Presidi e colleghi linguisti, nonché ai Prorettori della Ricerca, prof. Dino Mastrocola e dell’Internazionalizzazione, prof.ssa Paola Pittia, e ai docenti e dirigenti degli istituti di istruzione secondaria e primaria del comune di Teramo.
print
Condividi:

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.