Teramo. Lettura contatori, precisazioni della Ruzzo Reti Spa

26 agosto 2017 09:300 commentiViews: 43

In relazione alle richieste di chiarimento pervenute al call center e allo
sportello circa gli importi delle ultime fatture emesse, la Ruzzo Reti Spa
ritiene opportuno precisare che, dovendo adeguare le proprie procedure alle
delibere emesse dall’Authority per l’Energia Elettrica, il Gas e il
Servizio
Idrico (AEEGSI), ha avviato un percorso finalizzato a rendere più frequente
la lettura dei contatori anche grazie al ricorso a ditte esterne
specializzate.

Ruzzo Reti Teramo

Tale attività, che finora ha riguardato massicciamente il comune capoluogo
(Teramo) e, successivamente, la costa, ha portato alla lettura di contatori
che nel recente passato non erano stati oggetto di lettura per la loro
ubicazione né, evidentemente, di autolettura. Da qui l’inevitabile
fattura
di conguaglio che, in qualche caso, può anche avere importi rilevanti.

Per evitare che tali episodi si ripetano, gli utenti possono comunicare
periodicamente l’autolettura del proprio contatore secondo le modalità
descritte sul sito www.ruzzo.it, evitando così anche fatture di acconto non
congrue.

Quanto all’incidenza voce “Depurazione” e
“Fognatura”, la società ricorda
che il concetto di “Servizio Idrico Integrato” prevede che il
soggetto
gestore, in questo caso la Ruzzo Reti Spa, oltre che all’immissione
dell’acqua potabile nelle reti e alla sua distribuzione, provveda anche
alla
gestione dei reflui civili (attraverso le fognature) e alla loro depurazione
prima della reimmissione nell’ambiente. La Ruzzo Reti, in particolare,
gestisce 480 fosse Imhoff, reti fognarie per uno sviluppo complessivo di
circa 1.500 chilometri e 86 impianti di depurazione ed è noto che tali
servizi non sono meno importanti o costosi della sola gestione
acquedottistica.

Inoltre, mentre la tariffa acquedottistica è prevista a scaglioni
progressivi (chi consuma di più, paga cifre che crescono in misura più che
proporzionale), quella di fognature e depurazione è stabile. Quindi chi ha
consumi di acqua relativamente bassi, ha una maggiore incidenza dei costi di
depurazione.

Infine, la società precisa che le tariffe sono oggetto di apposita delibera
dell’Authority per l’Energia Elettrica, il Gas e il Servizio
Idrico, e non
vengono decise dal soggetto gestore (Ruzzo Reti, nel caso di specie). Sono
consultabili sia sul sito di Ruzzo Reti sia su quello dell’ERSI/ Ato n.
5.

Teramo, 25 agosto 2017

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi