Pineto. Presidente Ambiente e/é Vita Benigno D’Orazio: ANCORA SUI FANGHI AMP…

27 agosto 2017 10:070 commentiViews: 24

ANCORA SUI FANGHI AMP…

 

In merito alle recenti notizie di stampa il presidente di Ambiente è/è Vita Benigno D’Orazio già Presidente dell’AMP Torre del Cerrano precisa quanto segue:

            nel 2011 vi fu il tentativo di sversare nell’area adiacente il perimetro dell’AMP Torre del Cerrano e di cui si discute oggi, i fanghi provenienti dal porto canale del Fiume Pescara. Immediato il mio impegno e dell’intero staff dell’AMP per scongiurare il verificarsi dell’operazione e il ritiro dell’ipotesi progettuale.

Avvocato Benigno D’Orazio

            Ne rendo testimonianza attraverso una lettera che costituisce l’aspetto documentale della vicenda, la quale non rende giustizia del mio impegno sostanziale sul tema, manifestatosi attraverso una serie di incontri e riunioni con gli amministratori regionali.  

            Riuscimmo ad allontanare quel pericolo anche grazie all’avvio della procedura per ottenere il riconoscimento del Parco quale Sito di Interesse Comunitario (SIC), conseguito qualche anno dopo, e che rende ancor più impeditiva qualsiasi attività pericolosa per l’ambiente.

            Sulla scorta di quell’esperienza ritengo impensabile che a distanza di sei anni si riproponga quella soluzione per i fanghi di Ortona. Pertanto, invito chi si cimenta sull’argomento, lanciando strali ed accuse, ad essere meno superficiale evitando di rimediare solo brutte figure.

            Tuttavia, auspico con fermezza che la paventata proposta possa essere scongiurata anche oggi come allora.

Pineto, 26 agosto 2017

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi