Giulianova. Scuola “De Amicis”. Partiti oggi i lavori della seconda e ultima fase degli interventi per il miglioramento sismico.

28 Giugno 2017 17:260 commentiViews: 40

Scuola Edmondo De Amicis Giulianova

Hanno preso avvio oggi, 28 giugno, i programmati lavori della seconda ed
ultima fase per il miglioramento sismico del plesso scolastico “E. De
Amicis” di piazza della Libertà.
“Come per lo scorso anno, e coordinandoci con la dirigente
dell’Istituto comprensivo 1 – dichiara il sindaco Francesco
Mastromauro – abbiamo atteso la chiusura delle attività didattiche per non
creare problemi. I lavori, che il cronoprogramma prevede terminino prima
della ripresa dell’anno scolastico come d’altronde avvenuto nel
2016, sono finalizzati ad elevare considerevolmente il coefficiente
antisismico del plesso che, con i suoi 8.000 metri cubi, è tra i più
imponenti della città. L’impegno di spesa è di 547.000 euro dei quali
323.000 derivanti da un finanziamento regionale da noi intercettato e i
restanti 224.000 messi dell’Amministrazione comunale. Gli interventi sulla
“De Amicis” si aggiungono a quelli effettuati sui plessi scolastici della
media “Bindi”, sede di via Monte Zebio e succursale dell’Annunziata,
nonché della materna ed elementare di Zona Orti relativi egualmente alla
messa in sicurezza. L’impegno finanziario riservato da questa
Amministrazione a partire dal 2009 alle scuole materne, elementari e medie
sotto il profilo della messa in sicurezza e più in generale per il
miglioramento degli ambienti – ricorda il sindaco Mastromauro – si
attesta sui 6 milioni di euro, somma comprendente anche gli 855.000 euro
per la scuola di Colleranesco i cui interventi, dopo l’approvazione il
21 giugno scorso del relativo progetto definitivo-esecutivo, inizieranno
una volta concluse le procedure per l’affidamento dei lavori sulla
base dell’emanazione da parte della Provincia, da noi già sollecitata,
del relativo avviso pubblico. Sono cifre eloquenti e indicative del nostro
impegno: un impegno che viene da lontano e non certo estemporaneo perché
basato su strategia di ampio respiro avendo particolarmente a cuore
l’incolumità degli studenti, dei docenti e del personale operante”.

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.<br/>Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi